The Bourbon Whisky Guide: America's Native Spirit

La guida del whisky Bourbon

Whisky Bourbon. Quando senti quel nome ti vengono in mente molti pensieri. Dai passeggeri di prima classe a bordo del Titanic che lo gustano come drink dopo cena al cast di Mad Men di AMC tracannando Old Fashions come acqua in bottiglia, una cosa è certa; è, tutto sommato, una bevanda da gentiluomo.

SommarioEspandereCrollo
  1. Una storia ambigua
  2. Le nude necessità
  3. Un processo intrigante
  4. Saluti!
  5. Ricetta vecchio stile
  6. La Manhattan
  7. Come un Julep
  8. The Effervescenti Gent (la nostra interpretazione del classico vecchio stile)
  9. Una bottiglia per ogni budget
  10. Conclusione

Una storia ambigua

La storia del whisky bourbon risale a oltre 200 anni fa, agli albori del 18thsecolo con molte speculazioni, contraddizioni e racconti di vecchie mogli che ne tracciano il corso nel corso della storia. Mentre è difficile determinare esattamente chi ha inventato la prima bottiglia di questo nettare del sud, quello che è certo è che alcuni dei migliori fornitori di whisky d'America hanno iniziato a perfezionarlo.

quando Evan Williams aprì la prima distilleria commerciale nel 1783, producendo whisky con il mais sulle rive del fiume Ohio a Louisville, a sua insaputa, si guadagnò un importante riconoscimento e un posto tra i grandi dei libri di storia americana.

Whisky Bourbon Riserva di Woodford

Whisky Bourbon Riserva di Woodford

Mentre molti dei suoi colleghi del Consiglio di fondazione di Louisville divoravano il suo whisky, alcuni aristocratici trovarono la potente bevanda poco attraente.

Anni dopo, la leggenda narra che un uomo di stoffa di nome Elia Craig , un distillatore di whisky noto oggi come The Father of Bourbon, scoprì che il modo più economico per pulire una botte di whisky era carbonizzarne l'interno. Nei mesi torridi di luglio e agosto, quando gli agricoltori iniziavano a raccogliere il mais, le botti rimasero in attesa di maree più forti prima di essere spedite ai vivaci porti di New Orleans. Durante il viaggio che poteva durare da settimane a mesi, il whisky seduto all'interno di quelle botti di quercia bianca bruciate levigava quella duraspirito, estraendone il tannico e le vaniline, trasformandolo in un caldo colore ambrato che a sua volta risulterebbe in un gusto ricco, elegante e morbido con uno splendente finale aromatico.

Quando questo processo prese piede, le distillerie in tutta l'America iniziarono ad aprire negozi e modificare un metodo di produzione del whisky che in precedenza aveva inasprito i palati più esigenti di studiosi e aristocratici, proprio come quelli che Evan Williams aveva incontrato.

Nel 1964, il Congresso aveva riconosciuto il bourbon come una bevanda decisamente americana, ponendolo in una classe a sé stante. Più avanti lungo la linea, molte distillerie nel cuore della contea di Bourbon si sono sentite quasi offese dal fatto che così tante aziende più piccole stessero producendo le proprie versioni di bourbon ed è così che è nato il Kentucky Bourbon.

Botti di Borbone

Botti di Borbone

Le nude necessità

  • ottenuto da una miscela di cereali composta per almeno il 51% da mais;
  • invecchiato in botti nuove di rovere bianco carbonizzate;
  • distillato a non più di 160 gradi (80% di alcol in volume);
  • entrato in botte per l'invecchiamento a non più di 125 gradi (62,5% di alcol in volume);
  • affinato in botte per almeno 24 mesi (se invecchiato inferiore a 4 anni, deve essere etichettato come tale sulla bottiglia);
  • imbottigliato (come altri whisky) a 80 gradi o più (40% di alcol in volume).

Questi sono solo alcuni esempi di linee guida normative a cui le distillerie devono attenersi per etichettare il loro whisky come Bourbon.

Invecchiato per un minimo di due anni, il bourbon non ha coloranti artificiali, non contiene assolutamente aromi ed è un unico spirito, il che significa che nessun altro alcol ha toccato quel glorioso whisky ambrato che chiamiamo Kentucky Bourbon. Per i produttori che desiderano etichettare le proprie bottiglie come Straight Bourbon è richiesto un invecchiamento minimo di quattro anni e simili scotch , sulla bottiglia deve essere riportato chiaramente l'anno del whisky più giovane presente.

Dalle sempre popolari Jim Beam e Woodford Reserve alle piccole bottiglie in batch come Bookers e Blanton's, il bourbon è la prova della tenacia americana nella continua ricerca della perfezione.

Un processo intrigante

Con un minimo del 51% di tutto il bourbon a base di mais, consente ai distillatori una certa flessibilità per essere creativi. Preparando quello che viene definito un mash di grano, segale o orzo, il produttore macina il grano e lo mescola con l'acqua. Quindi, aggiungendo il mosto di lotti più vecchi, crea il perfetto equilibrio del pH creando ciò che oggi è comunemente noto come Sour Mash.

Dopo aver macinato, miscelato e perfezionato il becco del mosto, viene introdotto il lievito e il mosto inizia a fermentare. Ora indicato come Wash, viene distillato tra il 65 e l'85% di alcol.

Il whisky cristallino viene quindi trasferito nelle botti di rovere bianco carbonizzate per l'invecchiamento, che gli fa acquisire la sua delicata tonalità ambrata. Quando gli zuccheri nel legno si caramellano, inizia a introdurre il sapore del bourbon. Evaporando e ossidando, il whisky matura come un vino pregiato, acquistando colori più caldi e sapore più a lungo riposa. Infine, il bourbon viene prelevato, diluito con acqua e imbottigliato ad almeno 80 gradi (40% vol) fino ad un massimo di 125.

È interessante notare che il 20% del bourbon è ancora nella botte, contenuto in profondità all'interno del legno scottato. Tuttavia, poiché il bourbon può essere prodotto solo in botti nuove, queste vengono spesso vendute o messe all'asta ad alcuni dei migliori barili del mondo. scotch distillerie.

Mentre il bourbon può essere tecnicamente prodotto ovunque negli Stati Uniti continentali, gli esperti suggeriscono che fino al 95% di tutto il bourbon è prodotto fino ad oggi nel Kentucky, un luogo in cui è necessario distillare per utilizzare il nome Kentucky Bourbon.

Saluti!

La base per cocktail per eccellenza come l'Old Fashioned, uno dei cocktail più antichi d'America e, naturalmente, l'ambrosiale Manhattan, il bourbon sarà per sempre un punto fermo nei nostri locali abbeveratoi.

Dritto, on the rocks o misto in acocktail, il whisky bourbon è uno standard da gentiluomo, un segno se vuoi di raffinatezza e classe in un mercato in continua crescita saturo di dessert aromatizzativodka, refrigeratori alla frutta e birre a basso contenuto calorico.

Ma per il vero signore e intenditore, il tipo di uomo che tiene una caraffa nel suo ufficio, un bar rifornito a casa e conosce il barista del suo quartiere per nome; il bourbon è stato essenzialmente arruolato per rimanere la bevanda preferita. Se non l'hai già fatto, dai un'occhiata al nostro elementi essenziali dello strumento della barra prima di mescolare la tua bevanda.

Degustazione di whisky Boubon

Degustazione di whisky Boubon

Ricetta vecchio stile

– 1 ½ once del tuo bourbon preferito

– 2 gocce di angostura bitter

– 1 zolletta di zucchero

– Qualche goccia d'acqua

  1. Mettere la zolletta di zucchero in un bicchiere old fashioned e saturare con l'amaro, aggiungere un goccio di acqua naturale.
  2. Pestare fino a quando non si sarà sciolto.
  3. Riempi il bicchiere con due cubetti di ghiaccio (non di più o diluirà il tuo cocktail).
  4. Aggiungi il tuo bourbon preferito.
  5. Guarnire con una fetta d'arancia e una ciliegina da cocktail.
  6. Divertiti.

La Manhattan

– 1 ½ once del tuo bourbon preferito

– 1 oncia di vermouth rosso dolce

– 1 goccio di angostura bitter

– 1 ciliegia al maraschino

  1. Mescolare bourbon, vermouth e bitter sul ghiaccio e filtrare in un bicchiere freddo.
  2. Guarnire con la ciliegia.
  3. Servire dritto.
  4. Divertiti.
Come un Julep

Come un Julep

Come un Julep

– 3 once del tuo bourbon preferito

– 4 o 5 rametti di foglie di menta fresca

– Zucchero semolato, a piacere

  1. Mettere sul fondo di un mixing glass la menta, lo zucchero e una piccola quantità di bourbon.
  2. Pestare delicatamente la menta e lo zucchero, quindi lasciar riposare per consentire alle foglie confuse di rilasciare il loro sapore naturale.
  3. Filtrare e versare in una tazza Julep, ruotando per ricoprire i lati.
  4. Riempite di ghiaccio e aggiungete il resto del bourbon.
  5. Guarnire con un rametto di menta leggermente schiaffeggiato.
  6. Divertiti.

The Effervescenti Gent (la nostra interpretazione del classico vecchio stile)

– 1 ½ once del tuo bourbon preferito

– 1 goccio di angostura bitter

– 1 goccio di bitter all'arancia

– 1 zolletta di zucchero

– Qualche goccia di acqua seltz

– 1 fetta d'arancia

– 1 ciliegia al maraschino

  1. Mettere la zolletta di zucchero in un bicchiere old fashioned e saturare con il bitter, aggiungere un goccio di acqua seltz.
  2. Pestare fino a quando non si sarà sciolto.
  3. Riempi il bicchiere con due cubetti di ghiaccio.
  4. Aggiungi il tuo bourbon preferito (consigliamo Woodford Reserve)
  5. Guarnire con una fetta d'arancia e una ciliegina al maraschino.
  6. Divertiti.
Degustazione di whisky Boubon

Degustazione di whisky Boubon

Una bottiglia per ogni budget

Con un prezzo che va da un misero $ 30 a migliaia, c'è davvero una bottiglia di bourbon per completare il libretto degli assegni di ogni uomo.

Dall'etichetta bianca Jim Beam, famosa in tutto il mondo, alle rare perfezioni invecchiate campionate da artisti del calibro dei nostri antenati, che tu stia cercando un drink serale dopo cena o una celebrazione speciale delle cose belle della vita, noi del Gentleman's Gazette siamo qui per aiutarti a mostrarti la strada con alcuni dei nostri whisky bourbon preferiti.

Etichetta bianca Jim Beam

Senza dubbio, Jim Beam è uno dei bourbon più antichi e popolari oggi disponibili. Offre un naso dolce con leggeri aromi di vaniglia e fieno, una dolce carezza di mais con una dolcezza delicata. Al palato fornisce un corpo di qualità con sentori di rovere americano tostato e un pizzico di vaniglia e panna. Con una dose di spezie e pepe ha una nota di acetone che termina di nuovo con note tostate di rovere scottato, resina e un tocco di dolcezza.

Taglio del diavolo di Jim Beam

Ritirando il bourbon Jim Beam a 90 gradi ed estraendo il bourbon dal legno e mescolandoli insieme, si ottiene un naso stravagantemente legnoso con forti raffiche di quercia bianca mescolate con un pugno di vaniglia e spezie. Una volta che colpisce il tuo palato, puoi quasi sentire il calore del diavolo stesso mentre la vaniglia danza sulla tua lingua, riempiendo istantaneamente i tuoi sensi con ricchi legni forti e pepe. Finisce come legnoso come inizia con un'ultima esplosione di spezie e un tocco di vaniglia. Non è per i deboli di cuore.

Marchio del creatore

Come un bourbon premium, il naso inizia con sentori di frutta e miele. Un delicato aroma di spezie si fonde piacevolmente con richiami di malvasia mentre il rovere tostato e ulteriori tocchi di frutta fresca completano il naso. Il palato è uno shock per i tuoi sensi. È ricco e corposo con note di spezie, orzo e segale. Mentre scendi dallo shock, vieni accolto con la piacevolezza della vaniglia e del caramello al burro. Un finale piuttosto dolce, il caramello al caramello si mescola bene per riscaldare la tua anima mentre il rovere tostato rinvigorisce i tuoi sensi.

Riserva di Woodford

Il naso è cremoso come si potrebbe immaginare con sentori di miele e una perfetta miscela di spezie. A un secondo naso sentirai la fragranza del cuoio fresco, un tocco di cacao puro e immensamente appagante, bei soffi di fumo e un'esplosione leggermente nascosta ma notevolmente penetrante di quercia americana tostata. Al naso si chiude con un appagante profumo di crema alla vaniglia e un accenno di caramello. Il palato è altrettanto meraviglioso. Note forti di caffè espresso si uniscono a spezie invernali, zenzero fresco e un'esplosione di segale. La dolcezza dell'olio di mandorle e dei cereali è completata dal piccante Rum e il sapore della quercia appena tagliata. Un finale lungo e maturo ti lascia con un senso di calore mentre assaggi la dolcezza dei cereali seguita da un po' di rovere tostato.

Bookers Small Batch bourbon

Bookers Small Batch bourbon

Prenotatore

Un bourbon in piccoli lotti della distilleria Jim Beam, Booker's è un whisky premium realizzato con i più alti standard e ingredienti. A differenza dei suoi concorrenti, Booker's è uno dei pochi bourbon non tagliati e non filtrati oggi sul mercato. Al naso è intenso con forti sentori di rovere tostato, vaniglia e carbone affumicato. Il palato è ancora più forte quando si inizia ad assaporare tabacco scottato, pelli e tannini misti a frutta. Quando il finale ti colpisce, sperimenterai una sensazione pulita e intensa nel profondo dell'addome con un retrogusto di frutta fresca, fumo e quercia.

di Blanton

Un whisky premium, il morso di Blanton è nitido come viene. Come whisky a botte singola, il naso inizia con un profondo senso di scopo. Soddisfa dal momento in cui colpisce i tuoi sensi quando inizi a sentire l'odore della frutta secca, spezie intense e sentori di scorza d'arancia e vaniglia. Al palato è corposo, ma sottile. Combatte contro di te con forti raffiche di zucchero bruciato, caramello, olio di mandorle e chiodi di garofano. Il finale è come un mare calmo dopo la tempesta. Equilibrato con note di rovere tostato, pepe e agrumi, ti chiude con una leggera dolcezza decisamente vanigliata.

Traccia di bufalo

Essendo il bourbon più premiato al mondo, Buffalo Trace è una scommessa sicura per qualsiasi gentiluomo. Con un naso ricco e intenso, in qualche modo rimane morbido mentre si avvertono sentori di caramello, vaniglia e frutta candita. Il palato è uguale nel senso che non ci sono altre sorprese. Il toffee rimane in testa seguito da deliziose onde di frutta, quercia e caramello. Quando raggiungi il traguardo, sei accolto con un gusto morbido e delicato che indugia e lentamente si allontana mentre riscalda la tua pancia.

Manopola Creek

Un altro successo di Jim Beam, Knob Creek è spesso definito come un bourbon puro dell'era del proibizionismo. Con un naso che è gocciolato di noci tostate, quercia e cuoio, il palato ti accoglie in modo pratico con sentori di quercia carbonizzata, vaniglia dolce e frutta fresca. Il finale è quasi sciolto in bocca e può essere descritto solo come brillante di sapore. È una miscela di dolce e spezie con tannini, frutta secca, miele e quercia bianca. Vincitore del doppio oro al San Francisco Spirits Competition 2012, è una scommessa sicura che diventerà il tuo drink dopo cena. Clic qui per guardare una serie su Knob Creek.

Conclusione

Bourbon è una tradizione in molte case e zone di calpestio. Un brindisi accanto al fuoco in una fredda notte d'inverno o un drink pomeridiano con gli amici al pub, è stato ufficialmente designato come lo spirito nativo americano.

Oggi, Bourbon è un'industria da miliardi di dollari che, a differenza della maggior parte, continua a mostrare l'artigianato di qualità. Una bevanda per il gentiluomo più esigente, è tutto sommato una continua ricerca della perfezione, ricca di storia e intrisa di tradizione.

Qual è il tuo whisky preferito? o preferisci scotch ?