Segreti di stile di Cary Grant e come vestirsi come lui

come vestirsi come Cary

Una quintessenza signore , un'icona carismatica di eleganza e grazia senza tempo, Cary Grant rimarrà per sempre nei nostri cuori e sui nostri schermi come uno degli uomini meglio vestiti che Hollywood abbia mai visto. Descritto come dotato di modi gentili, il disinvolto Grant sembrava sempre avere tutto a posto. I suoi capelli erano sempre acconciati, le sue macchine brillavano e immacolate e il suo abbigliamento poteva essere descritto solo come impeccabilmente su misura e degno di un gentiluomo.

SommarioEspandereCrollo
  1. La storia del signor Cary Grant
  2. Lo stile di una leggenda
  3. Cary Grants Pensieri sull'abbigliamento

La storia del signor Cary Grant

Cary Grant è uno di quei nomi che ti restano impressi. È il nome di una star del cinema, il nome del protagonista in una commedia o un personaggio in un libro. Ha un anello, ed è probabilmente per questo che Archibald Archie Leach lo scelse come suo nome nel 1942.

Cary Grant = Archibald Alexander Leach

Nato il 18 gennaio 1904, Archibald Alexander Leach è venuto al mondo come figlio di Elsie Maria Leach e Elias James Leach. La sua educazione è stata tutt'altro che normale con sua madre dentro e fuori dagli istituti psichiatrici per attacchi di depressione, tra gli altri problemi. Ha frequentato la Bishop Road Primary School a Bristol, in Inghilterra, dove è cresciuto, e nel momento in cui sua madre è stata mandata via, suo padre Elias gli avrebbe detto che si sarebbe presa una lunga vacanza. Dopo alcuni attacchi, Elias la fece affidare e disse a Grant che era morta durante il viaggio. Fu solo all'età di 31 anni che suo padre confessò che era mentalmente instabile e non era stata in vacanza, né era morta, ma che poteva trovarla viva in sanatorio.

  • Borsa di studio in uniforme (Madame Butterfly)

    Borsa di studio in uniforme (Madame Butterfly)

  • Giovane Cary Grant in cravatta bianca

    Giovane Cary Grant in cravatta bianca

  • Cary Grant nella Lista Rossa indossa le scarpe da spettatorespettatori e pantaloni a taglio vivo data-id=32229″ data-full-url=https://www.gentlemansgazette.com/wp-content/uploads/2014/10/Cary-Grant-in-The-Red-List-wearing -spectators-and-full-cut-trousers.jpg data-link=https://www.gentlemansgazette.com/cary-grant-gentleman-style/cary-grant-in-the-red-list-wearing-spectators- and-full-cut-pantaloni/class=wp-image-32229″/>

    Cary Grant in The Red List con indosso spettatori e pantaloni a taglio vivo

Abbandonato da giovane

Quando Leach aveva dieci anni, suo padre si era risposato e aveva iniziato una vita con la sua nuova famiglia che si rifiutava di includere il ragazzo. Ad oggi, si sa poco su come è stato curato e da chi.

Con i suoi problemi familiari, Leach si trasformò in malizia e fu espulso dalla Fairfield Grammar School di Bristol nel 1918. Era sempre stato molto abile nelle acrobazie e nell'intrattenimento, quindi si unì alla Bob Pender Stage Troupe dove imparò a camminare sui trampoli. All'età di 16 anni, ha viaggiato con la troupe vaudevilliana negli Stati Uniti alla RMS Olympic per un tour di due anni del paese. Lui, come molti giovani a quel tempo, fu processato a Ellis Island il 28 luglio 1920.

Dietrich indossava un frac scintillante con Cary Grant che indossava un papillon a un

Dietrich in frac scintillante con Cary Grant che indossa un papillon a un'estremità con il suo completo di cravatta bianca

America, la terra dei sogni di Grants

Il giovane Leach era così innamorato del sogno americano e dello stile di vita che si rifiutò di tornare a casa al termine del soggiorno. Non avendo un padre o una madre a cui sarebbe mancato, si unì agli artisti di vaudeville americani e andò in tournée con Parker, Rand e Leach. Per la prima parte della sua carriera sul palco, si è ancora esibito sotto il nome di Archie Leach in spettacoli come Irene, Music in May, Rio Rita e The Street Singer. La sua esperienza con il gruppo acrobatico gli diede forza, tempismo e grazia incredibili e non passò molto tempo prima che facesse il viaggio a Hollywood nell'anno 1931, suonando a Broadway prima di arrivare sul grande schermo.

Archie Leach diventa Cary Grant ma era quasi Cary Lockwood

Il nome Archibald Leach ora non sarebbe stato altro che un lontano ricordo pieno di terrore come una malattia che aveva superato.

  • Cary Grant in smoking a scialle

    Cary Grant in smoking a scialle

  • Cary Grant e il suo amore per le uniformi militari

    Cary Grant e il suo amore per le uniformi militari

Molti hanno ipotizzato da dove provenga il nome Cary Grant, ma gli esperti concordano sul fatto che, secondo la testimonianza di un testimone, Grant aveva originariamente proposto il nome di Cary Lockwood, un personaggio che gli piaceva interpretare nello spettacolo di Broadway Nikki. Quando ha firmato con la Paramount Studios poco prima di cambiare nome, avrebbe detto ai produttori e hanno trovato Cary accettabile, ma pensavano che Lockwood fosse simile al cognome di un altro attore. Secondo i libri di storia, la Paramount ha fornito al giovane un elenco di nomi adatti e ha scelto Grant perché le iniziali C.G. si era già dimostrato molto fortunato per uomini come Gary Cooper e Clark Gable .

Il giovane Cary Grant in cravatta bianca, non il minuscolo nodo del papillon e le punte arrotondate del gilet a basso profilo

Young Cary Grant dentro cravatta bianca , non il piccolo nodo del papillon e le punte arrotondate del gilet a basso profilo

Cary Grant è stato un successo immediato

Da quel momento in poi, Grant è stato un successo quasi istantaneo. Con un fascino naturale e una certa grazia che pochi sembravano avere, Cary Grant è stato un protagonista che è salito alle stelle come protagonista di Blonde Venus nel 1932, seguito dai film di Mae West She Done Him Wrong e I'm No Angel. Un enorme successo al botteghino, I'm No Angel è stato nominato per un Academy Award per il miglior film che ha salvato la Paramount all'epoca dal dichiarare bancarotta, ma ha spinto Grant in una lunga serie di progetti cinematografici senza successo fino al 1936, quando ha firmato con la Columbia Immagini.

Con il suo tempismo comico dei suoi anni come acrobata e trampoliere, è stato scelto per recitare nella commedia del 1937 Topper, distribuita dalla MGM. Poi nello stesso anno uscì The Awful Truth che affermò Grant come un protagonista sofisticato con un tocco comico gentile. Era raro in un periodo in cui le stelle maschili erano forzate, ma Grant ha usato il suo dono di grazia come un modo per alleggerire le cose e interpretare vari ruoli invece di essere considerato semplicemente un uomo di bell'aspetto.

Cary Grant con smoking da smoking con revers a lancia e papillon a farfalla e due borchie per camicia

Cary Grant con ampio rever a lancia smoking e papillon a farfalla e due borchie della camicia


Ho finto di essere qualcuno che volevo essere e alla fine sono diventato quella persona. O è diventato me. Oppure ci siamo incontrati a un certo punto.

Molti sostengono che Grant sia stato un attore di tale successo a causa della sua educazione. Secondo Grant, fingeva sempre di essere qualcun altro. Una volta ha scritto Ho finto di essere qualcuno che volevo essere e alla fine sono diventato quella persona. O è diventato me. Oppure ci siamo incontrati a un certo punto.

Considerando che ha avuto un'educazione così difficile, molti attribuiscono lo stile e i modi di Grant come a dir poco miracolosi, ma Grant ha trascorso ore a ricercare e osservare gli uomini che ammirava nel tentativo di diventare più addomesticato e meno simile al teppista che era una volta, sputando fuori strada jazz. parlare invece di concentrarsi sulla grammatica corretta. Secondo Grant, i momenti cruciali per lui nella creazione della sua personalità sono stati guardare Leo McCarey, il regista di The Awful Truth che aveva modi e un livello di grazia sofisticata come Grant non aveva mai visto prima. I suoi modi e le sue intonazioni somigliavano a quelli di Grant e ha usato McCarey come strumento di apprendimento per promuovere la sua passione per il savoir-vivre.

La sua interpretazione in The Awful Truth era qualcosa che The Atlantic chiamava la corsa più spettacolare di sempre per un attore nei film americani e per il numero di anni successivo, Grant è passato di successo in successo esibendosi in commedie romantiche e stravaganti.

Una giornata informale per Cary Grant

Una giornata informale per Cary Grant

La sua lista di film è diventata quasi infinita quando si è esibito accanto a starlet come Katharine Hepburn, Rosalind Russell, Rita Hayworth, Ingrid Bergman e Irene Dunne. Non passò molto tempo prima che ogni donna in America lo volesse e ogni uomo volesse essere lui. Il suo stile, il suo fascino, il suo spirito erano diversi da quelli che il mondo aveva visto. Il suo talento sartoriale per lo stile non aveva precedenti e, per finire, aveva l'aspetto naturale di una superstar. Molti sostengono che agli uomini piaccia Fred astaire aveva tratti simili, ma l'aspetto fisico di Grant era impareggiabile e divenne una forza a Hollywood.

Grant è piaciuto. Sia dentro che fuori dallo schermo aveva un'umiltà naturale e un comportamento aggraziato che facevano svenire le persone con lui. Alfred Hitchcock una volta disse che Grant era l'unico attore che io abbia mai amato in tutta la mia vita.

L

L'attore britannico Cary Grant (1904 – 1986) cammina all'aperto indossando una giacca gessata e un cappello, anni '40.

Verso la metà degli anni '50, Grant aprì un negozio e avviò la Granart Productions, che ha prodotto una serie di film distribuiti dalla Universal tra cui Operation Petticoat, That Touch of Mink con Doris Day, Indiscreet e Father Goose.

Poi, nel 1963, il mio giorno preferito nella storia del cinema arrivò quando Cary Grant recitò insieme alla mia cotta per celebrità, Audrey Hepburn in Sciarada. Non ne è venuto fuori nulla di veramente degno di nota e, ad essere del tutto onesto, non ha senso menzionarlo al posto di altri film in cui è. Adoro Audrey Hepburn e dato che sto scrivendo questo articolo, a patto che il mio editore non cancelli questo posso praticamente scrivere quello che voglio.

Ciò che è degno di nota, tuttavia, è quello che è successo un anno prima. Cary Grant, secondo me, è la scelta perfetta per ogni protagonista che abbia mai messo piede a Hollywood per interpretare James Bond. Non l'ha mai fatto però. I produttori lo hanno considerato per il ruolo in Dr. No del 1962, ma hanno deciso di non sceglierlo perché erano preoccupati che non sarebbe rimasto legato a un solo film. So che questo è il primo problema mondiale, ma per me è devastante che non abbia mai giocato a 007.

Cary Grant era un fan delle pieghe

Cary Grant era un fan delle pieghe

Durante la sua carriera, Grant è stato nominato per due Premi dell'Accademia ma ha perso entrambi per Penny Serenade e None But The Lonely Heart. Si ritirò ancora richiesto all'età di 62 anni, ma ricevette uno speciale Oscar alla carriera nel 1970. Peter Stone, il co-sceneggiatore di Father Goose, ha detto mentre riceveva un Oscar, I miei ringraziamenti a Cary Grant, che continua a vincere queste cose per altre persone. E secondo le persone a lui più vicine, è proprio quello che ha fatto Grant. Era uno dei pochissimi che anteponeva sempre le persone a se stesso. Era raro per lui negare un'intervista, dire di no a un bambino che voleva un autografo o posare per una foto con un fan con le lacrime agli occhi. Grant voleva far sentire gli altri più a loro agio, forse perché lui stesso non si sentiva mai a proprio agio.

  • Maglia da cricket

    Maglia da cricket

  • Lo stile di Cary Grant

    Lo stile di Cary Grant

Lo stile di una leggenda

Dentro Grant c'era un uomo ferito. Eliminato dai suoi genitori, ha mentito sulla morte della madre fino ai trent'anni e tragicamente evitato dal padre quando ha adottato una nuova famiglia. Nessun uomo potrebbe sopportare quel livello di angoscia senza mascherarlo in qualche modo. Ed è proprio quello che ha fatto Grant. Se non fosse stato messo insieme all'interno, cercherebbe di essere sempre sicuro di sé all'esterno. Da giovane, suo padre una volta gli disse quando indossava una combinazione con calzini rumorosi: ricorda, sei tu che cammini per strada, non i tuoi calzini.

È interessante notare che era arrivato negli Stati Uniti nel 1920 sullo stesso transatlantico di Douglas Fairbanks Sr. Anche se non viaggiavano nella stessa classe, riuscì a intravedere qui o il loro stile senza tempo, classico ed elegante di Fairbanks gli fece una grande impressione. Anche anni dopo è stato in grado di raccontare a Ralph Lauren tutta la complessità degli abiti e degli accessori di Fairbanks, inclusi i tipi di tessuto, le larghezze dei revers e le asole. È interessante notare che fino alle sue icone di stile ha cercato di imitarle fino a diventare come loro.

Cary Grant Style = abiti di un tipo ben vestito e sofisticato

Nelle sue stesse parole, preferiva gli abiti di un tipo ben vestito e sofisticato.

  • Giacca da sera doppiopetto con ampio collo sciallato

    Giacca da sera doppiopetto con ampio collo sciallato

  • Cary Grant in cravatta bianca e cappello a cilindro

    Cary Grant in cravatta bianca e cappello a cilindro

  • Film indiscreto con Grant in cravatta nera

    Film indiscreto con Grant in cravatta nera

  • Cary Grant comunica in cravatta nera

    Cary Grant comunica in cravatta nera

Un grande fan delle uniformi militari, Grant le riconosceva come l'apice della moda maschile. Si rese conto che i soldati sembravano sempre acuti e anche quando erano arruffati in guerra, avevano ancora una cruda mascolinità a causa dell'uniforme. Grant ha deciso di adottarlo nel suo guardaroba e ha trattato il suo abbigliamento, non come un vestito, ma come la sua uniforme. Non era quello suo smoking era fatto con le piume di un'aquila o con i capelli di un unicorno, non era diverso dallo smoking di qualsiasi altro uomo, tranne per il fatto che Grant gli assicurava una vestibilità impeccabile ed era sempre perfettamente pulito, ben stirato e non una ciocca era fuori posto . Che fosse un giacca da sera o un paio di jeans, sapeva che i vestiti fanno l'uomo.

1935: attore britannico Cary Grant (1904 - 1986), che ha recitato in numerose commedie classiche tra gli anni

1935: attore britannico Cary Grant (1904-1986), che ha recitato in numerose commedie classiche tra gli anni '30 e '60.

A causa della sua figura snella è stato in grado di comprare vestiti fuori dallo scaffale come trench di Aquascutum e abbigliamento country di Abercrombie & Fitch (a quel tempo, AF non era quello che è oggi, ma invece era popolare tra i gentiluomini interessati alla vita all'aria aperta). Nei suoi primi giorni indossava spesso spille per colletto e cravatte , in seguito avrebbe indossato Cravatte 3 volte più frequenti . Capì che anche gli articoli meno costosi di un negozio al dettaglio avevano ancora bisogno di un orlo qui, un polsino là. Proprio come l'esercito richiedeva ai propri soldati di mantenerlistivalilucido e con le pieghe dritte, Grant trascorreva innumerevoli ore e assumeva innumerevoli aiuti per assicurarsi che i suoi vestiti fossero sempre immacolati. I suoi abiti e le sue camicie erano spesso confezionati su misura da Cifonelli a Roma o Dunhill a Londra e talvolta copiati a Hong Kong. Le fotocopiatrici erano così meticolose che una volta hanno persino replicato la piccola sfilacciatura sul colletto di una delle camicie preferite di Grant!

Cary Grant in cravatta bianca

Cary Grant dentro cravatta bianca

Una cosa che Cary Grant odiava indossare erano i cappelli. Forse come ha detto Eva Marie Saint che bel viso . Era sorprendente e stava bene in quasi tutto, tranne i cappelli. Aveva un aspetto terribile con i cappelli. Aveva questo viso forte, deciso e perfettamente incorniciato, quindi perché indossare un cappello e coprirlo. Molti uomini in quel giorno come Humphrey Bogart usavano i cappelli per rivelare i tratti caratteriali, ma Grant non ne aveva bisogno. Non aveva bisogno che ne valesse la pena. Potrebbe dare uno sguardo o esprimere un'espressione in un modo o nell'altro che rivelerebbe tutto ciò che voleva farci sapere e, da allora, per generazioni, gli attori hanno perseguito instancabilmente quel livello di recitazione perfezionata.

I cappelli raramente stavano bene su Cary Grant

I cappelli raramente stavano bene su Cary Grant

Cary Grant indossava raramente cappelli

Cary Grant indossava raramente cappelli

Il fatto è che non era davvero il miglior attore in circolazione. Il pubblico era così affascinato dal suo bell'aspetto e dal suo senso dello stile che la sua recitazione goffa si è rivelata una forma maschile di distacco. A quel tempo, si pensava che gli uomini che praticavano lo stile come faceva Grant fossero omosessuali, ma in qualche modo, per qualche ragione, molte persone sembravano andare oltre con Grant.

Si è divertito così tanto a esibirsi. Era così pieno di gioia. Potresti vederlo nel suo corpo. Potevi vederlo in faccia. Ha appena fatto uscire tutto, ha detto Eve Marie Saint.

A quel tempo, le star maschili non avevano il lusso di grandi guardaroba e spesso dovevano indossare i propri vestiti. Questo è uno dei motivi per cui hanno continuato a scegliere Grant era perché era dannatamente elegante. Gli abiti di lana pettinata grigio medio, calibro quattordici, che indossava a North by Northwest erano suoi; quelli che aveva acquistato personalmente dai sarti Fila Savile.

Marlene Dietrich in Blone Venus 1932 in speciale cravatta bianca - nota Cary Grant

Marlene Dietrich in Blone Venus 1932 in speciale cravatta bianca – nota Cary Grant

Il suo vestito era certamente popolare tra le donne e ne aveva alcuni a suo nome. È stato sposato cinque volte con Virginia Cherril, Barbara Hutton, Betsy Drake, Dyan Cannon e Barbara Harris con molti partner nel mezzo. Sono circolate voci che forse Grant fosse gay o bisessuale, ma molte donne sostengono che non lo fosse assolutamente. Indipendentemente da chi fosse Grant all'interno, per tutti gli altri era una leggenda. Un uomo dall'eleganza senza tempo che si ritirò alla nascita della figlia Jennifer, affinché avesse stabilità e amore paterno nella sua educazione. Qualcosa che non ha mai avuto lui stesso.

La mattina del 29 novembre 1986, quando sua moglie partì per una farmacia in cerca di aspirina, Cary Grant subì un'emorragia cerebrale. Morì alle 23:22 quella sera al St. Luke's Hospital all'età di 82 anni. La stragrande maggioranza del suo patrimonio fu lasciata alla sua quinta moglie, Barbara Harris, e a sua figlia, il vero amore della sua vita, Jennifer Grant.

Permettimi di suggerirti di vestirti in modo ordinato e pulito. Un giovane che si veste bene di solito si comporta bene. Le buone maniere e una personalità piacevole, anche senza un'istruzione universitaria, ti porteranno lontano. – Cary Grant

Prenotare

Se vuoi saperne di più sullo stile di Cary Grant, dovresti acquistare una copia di Cary Grant: una celebrazione dello stile .

Cary Grants Pensieri sull'abbigliamento

Molto è stato scritto sullo stile di Cary Grant, ma ha scritto solo un articolo sui suoi pensieri sull'abbigliamento in stile, che è stato pubblicato in una serie in 5 parti in QUESTA SETTIMANA nel 1962. 5 anni dopo, GQ lo ha raccolto e ripubblicato. Eccolo di nuovo:

Spesso mi viene chiesto un consiglio o un parere sui vestiti, e cerco sempre di rispondere al meglio che posso, ma non sono propenso a considerarmi un'autorità in materia. Molte volte durante i miei anni nei film, qualche gruppo ben intenzionato mi ha selezionato come uomo meglio vestito dell'anno, ma non ho mai capito perché. La strana distinzione mi sorprende: primo, perché non mi considero particolarmente ben vestito, e, secondo, non mi sono mai dato da fare, per quanto posso confrontare gli sforzi degli altri con i miei, per procurarmi dei vestiti che potrebbero essere considerati notevolmente alla moda o aggiornati.

Cary Grant nel nord del nord-ovest

Cary Grant nel nord del nord-ovest

Alcuni dei miei abiti hanno dai dieci ai vent'anni, molti dei quali già confezionati ea prezzi ragionevoli. Quelli su misura sono stati realizzati da molti sarti diversi in molte città diverse: Londra, Hong Kong, New York e Los Angeles. Credo che i prêt-à-porter americani siano i migliori prêt-à-porter del mondo: che l'uomo americano ben vestito abbia un aspetto migliore dell'uomo ben vestito di qualsiasi altro paese.

No, non è solo il denaro che determina quanto bene si veste un uomo, è il gusto personale. A causa delle esigenze del mio lavoro, nel corso degli anni ho acquistato dozzine di abiti e tutti hanno una caratteristica in comune: sono nel bel mezzo della moda. Con questo intendo dire che non sono consapevolmente alla moda o lontani, né sono eccessivamente conservatori o datati. In altre parole, i revers non sono né troppo larghi né troppo stretti, i pantaloni né troppo stretti né troppo larghi, i cappotti né troppo corti né troppo lunghi. Ho indossato abiti dallo stile estremo, ma solo per vestirmi in modo adeguato al tipo di personaggio che interpretavo in particolari film. Altrimenti, la semplicità, per me, è sempre stata l'essenza del buon gusto.

  • Cary Grant con spilla, Reverso e abito Glencheck

    Cary Grant con spilla, Reverso e abito Glencheck

  • Sempre gioioso e sempre ben vestito

    Sempre gioioso e sempre ben vestito

Credo che gli abiti da uomo, come quelli da donna, dovrebbero attirare l'attenzione sulle linee migliori della figura di un uomo e distrarre dal peggio. In tutti i casi, lo stile più affidabile è in mezzo alla strada, una posizione ponderata e ragionevole in qualsiasi comportamento umano. Tranne forse sull'autostrada, ma, anche in questo caso, la corsia centrale, a condizione che sia sul tuo lato della strada, di solito ti porta dove stai andando più facilmente, comodamente e in modo meno inquietante. E così dovrebbe essere con i vestiti. Dovrebbero essere indisturbati, facili e confortevoli.

Ci sono molti negozi consolidati o mercerie in ogni città e probabilmente nel tuo quartiere. Guarda le tute alle finestre. Guarda come si confrontano con quelli indossati da uomini il cui gusto rispetti e ammiri. Pensa alle qualità pratiche, funzionali e di lunga durata che si applicano al tuo particolare lavoro o alle tue attività sociali. È meglio considerare attentamente prima di acquistare che rimpiangere i tuoi acquisti per mesi dopo. Studia il taglio, il prezzo.

E qui, tra l'altro, c'è un consiglio. Se le maniche sembrano sproporzionatamente più larghe del consueto, indica uno scalfo molto profondo. Non pensare all'acquisto se sei di taglia media o magra: otterrai una schiena ben aderente ma un davanti e maniche estremamente larghi che tendono a sollevarsi se sollevi le braccia. Uno scalfo profondo è apprezzato da molti produttori perché ogni cappotto si adatta a una gamma più ampia di clienti.

La star del cinema Cary Grant con la quarta moglie Dyan Cannon

La star del cinema Cary Grant con la quarta moglie Dyan Cannon

Quanto si dovrebbe pagare dipende da quanto si deve spendere. Mi viene in mente un consiglio che mio padre mi ha dato in meritoscarpe: mi è servito quando le mie finanze erano basse. Ha detto che è meglio comprarne un buon paio scarpe di quattro economici. Un paio di pelle pregiata potrebbe sopravvivere a quattro paia inferiori e, se ben curato, continuerebbe a proclamare il tuo buon senso e il tuo gusto, non importa quanti anni abbiano. Lo stesso vale per gli abiti, quindi permettetemi di suggerirvi di acquistare il meglio che potete permettervi anche se ciò significa acquistare di meno. Un po' come il mercato azionario: di solito è più sensato acquistare solo una quota di blue chip che 150 azioni di un'azione da un dollaro.

Cosa si dovrebbe comprare? Bene, se di un uomo bilancio lo limita a un solo seme, quindi sceglierei qualcosa di discreto. Un blu scuro, quasi nero, di stoffa leggera, utile sia per il giorno che per la sera. Suggerisco leggero perché oggigiorno la maggior parte dei ristoranti, uffici, negozi e teatri sono ben riscaldati durante l'autunno e l'inverno. L'ho trovato così anche, sorprendentemente, a Mosca. Con un comfort interno così moderno, basta preoccuparsi del freddo mentre si è all'aperto.

Questo ci porta acappotti. Ho imparato a indossare soprabiti che si abbottonano fino al collo ma che sembrano ancora puliti quando vengono lasciati aperti. Mi confonde il fatto che alcuni uomini indossino pesanti soprabiti monopetto e persino doppiopetto per proteggersi dal freddo, ma espongono la parte più vulnerabile del petto con aperture con scollo a V. Indossando un soprabito che si abbottona al collo, non c'è bisogno di una sciarpa.

  • Cary Grant stagionato con occhiali, gemelli e cravatta a pois

    Cary Grant ha affermato di non aver mai portato nessuno dei suoi abiti in tintoria.

  • Cary Grant indossava raramente cappelli

    Cary Grant indossava raramente cappelli

IlsoprabitoUso per viaggiare può essere indossato in primavera o in autunno. È nero e quindi non solo meno adatto a mostrare sporco e macchie di viaggio, ma utilizzabile sia per il giorno che per l'abbigliamento formale. È realizzato in un materiale impermeabile tipo gabardine, con tasche laterali all'americana che consentono di accedere facilmente per il cambio, o per trasportare un libro, o qualcosa di simile, al riparo dalla pioggia. C'è anche una fodera staccabile che si abbottona all'interno per le giornate molto invernali. Un cappotto per tutti gli usi.

Che ne dici di un secondo vestito? Bene, penso che un grigio pettinato o flanella sarebbe molto utile. Colore non troppo chiaro, non troppo scuro. E, questa volta, di peso medio ma non superiore a quello che è noto come stoffa da dieci once. Potrebbe essere vantaggioso acquistare un paio di pantaloni in più da indossare separatamente con a maglione o una maglietta sportiva. Un abito di flanella grigia, con o senza pantaloni extra, insieme a un cappotto sportivo potrebbe, in caso di necessità, bastare per un weekend in campagna.

Un cappotto sportivo dovrebbe essere di facile vestibilità, il suo motivo non è né vistoso né appariscente. Se non sei sicuro di quale plaid o check scegliere, allora uno di quei blazer monopetto blu scuro che sono stati indossati da tutte le classi in Inghilterra per anni e da allora sono diventati popolari qui, è accettabile per la maggior parte dell'abbigliamento casual. Blazer che sono stati indossati da tutte le classi in Inghilterra per anni e da allora sono diventati popolari qui, è accettabile per la maggior parte dell'abbigliamento casual.

Cary Grant indossa un ascot in To Catch A Thief

Cary Grant indossa un ascot in To Catch A Thief

Tranne, ovviamente, nelle giornate molto calde. Durante l'estate ho iniziato a indossare abiti in popeline lavabili beige chiaro. Sono economici e, se mantenuti freschi e puliti, accettabili quasi ovunque e in qualsiasi momento, anche la sera. Inoltre, il cappotto può essere indossato con flanelle grigie in riva al mare o in campagna, e i pantaloni possono essere usati separatamente con una maglietta sportiva e mocassini, o un paio di quelle scarpe di tela bianche dalla suola pesante che sono popolari tra i giovani universitari.

Popeline o seersucker gli abiti non sono il segno di nessuna classe sociale o gruppo di reddito speciale, ma sono indossati da tutti. E, a condizione che sia ben educato, un giovane che indossa un abito simile può avvicinarsi con sicurezza alla ragazza dell'altro, sicuro di sapere che il suo modo di vestire non è un deterrente.

Un maglione cappotto cardigan di lana leggera e colore conservativo è un investimento utile. Può essere indossato senza cappotto in molte occasioni, e ha il vantaggio di essere facilmente infilato senza quelle contorsioni che sollevano le braccia e la necessità di pettinarsi nuovamente.

Come mi sento riguardo ai legami? Se dovessi scegliere solo uno, penso che un foulard nero, né troppo largo né troppo stretto, sia il migliore, poiché è accettabile con la maggior parte dei vestiti. Una cravatta costosa non è un lusso: le rughe cadono più velocemente e il nodo resisterà meglio. Personalmente, indosso cravatte con motivi e colori piccoli e tradizionali.

Scarpe? Ho già detto che le buone scarpe hanno un aspetto migliore e durano più a lungo. Se un uomo deve limitarsi a un solo paio di scarpe da città, allora dovrebbero essere nere. Se due, allora un paio marrone di color cioccolato più scuro sono utili con quasi tutti gli abiti e, se non ha i mocassini, anche con le flanelle grigie. La scarpa tipo mocassino è, per me, quasi indispensabile e soprattutto comoda quando si viaggia, dato che si sfilano facilmente in aereo o in macchina.

L

L'icona di stile – Cary Grant a Berlino nel 1960

Se il tuo fazzoletto da taschino è monogrammato, non indossarlo piegato con cura per mostrare il monogramma che fa capolino sopra il taschino. Questo è in qualche modo ostentato.

Se il tuo fazzoletto da taschino è monogrammato, non indossarlo piegato con cura per mostrare il monogramma che fa capolino sopra il taschino. Questo è in qualche modo ostentato.

Le camicie di solito dovrebbero essere bianche per la sera, ma, nella sporcizia della città, è pratico e consentito indossare una camicia azzurra o a righe tradizionali durante il giorno. Il tipo di colletto dovrebbe adattarsi ai contorni del collo e del viso. Da giovane, ho provato a indossare un colletto svasato e troppo alto che, sebbene alla moda tra quelli che consideravo i sofisticati di quel giorno, sembrava ridicolo sul mio collo di 17 1/2 pollici. Fortunatamente, dopo l'imbarazzo di vedermi da quasi ogni angolazione sullo schermo, quell'errore è stato presto corretto. Le camicie abbottonate sono le più semplici da gestire, ma se indossi gemelli, come me, non indossare, ti prego, quegli enormi esempi di gioielli moderni mal progettati ed economici. Anche loro non sono solo ostentati ma pesanti e una minaccia per lo smalto della tua macchina e l'occhio della tua ragazza.

Cary Grant rilassato

Cary Grant rilassato

Impara a rinunciare agli accessori che non svolgono una funzione necessaria. Uso le cinture, ad esempio, solo con i blue jeans, che indosso quando guido, e mi accontento di passanti laterali, che si possono stringere in vita, sui tailleur.

Un consiglio sui pantaloni. I polsini dei pantaloni mi sembrano superflui e tendono a catturare pelucchi e polvere. Tuttavia, che tu preferisca i polsini o meno, chiedi al sarto di cucire una striscia di stoffa dello stesso materiale, o una fettuccia di colore simile, all'interno nella parte inferiore della gamba del pantalone dove strofina il tallone della scarpa. Eviterà che i pantaloni si sfilaccino.

Ho delle cose da fare e da non fare in particolare sui vestiti? Non riesco a pensare e a regole sui vestiti, dato che in realtà non ce ne sono, ma ti suggerisco di acquistare degli alberi che si adattino alla forma delle tue scarpe e di tenere i tuoi cappotti su grucce curve.

Prenditi cura dei tuoi vestiti, tienili puliti e in buono stato. Ti suggerisco di evitare l'uso di acqua di colonia o saponi molto profumati. Quando incontro un uomo mi piace che puzzi come un uomo, o che non odori affatto; di certo non dovrebbe puzzare di donna. Fai in modo che i tuoi calzini stiano in piedi. Niente può rovinare un effetto altrimenti ben curato come i calzini cadenti. Non riempirti le tasche di articoli pesanti e rigonfi portafogli pieno di carte usate di rado. Rovinano non solo la pulizia del tuo aspetto, ma anche la vera sartoria del tuo abito.

  • Abito e gemelli interessanti

    Abito e gemelli interessanti

  • Young CG con spilla sul colletto, cravatta a tinta unita e giacca in pied-de-poule

    Young CG con spilla sul colletto, cravatta a tinta unita e giacca in pied-de-poule

Non essere snob riguardo al modo in cui ti vesti. Lo snobismo è solo un punto nel tempo. Sii tollerante e d'aiuto con l'altro compagno: lui è te stesso ieri.

Non comprare troppo. Quando consideri un articolo, valuta se è in armonia o meno con gli articoli che già possiedi. Ancora una volta, evita di esagerare con le mode attuali. È meglio essere poco appariscenti. Ma poco appariscente non significa noioso. L'ottusità estrema può essere evidente di per sé. Fai il meglio che puoi.

A pensarci bene, chissà come una cosa diventa di cattivo gusto o di buon gusto? Chi decide uno standard di estetica? Se è la maggioranza, allora come mai la minoranza è considerata ben vestita? Tutto è esattamente quello che è. Se un uomo indossa il tipo di vestiti che gli piacciono, allora, a condizione che siano puliti e non sconvolgano la società, la morale e i bambini piccoli, qual è la differenza finché quell'uomo è felice?

Sì. Da qualche parte ho letto che al professor Archibald MacLeish di Harvard è stato chiesto da uno studente in procinto di laurearsi nel nostro mondo altamente competitivo quale consiglio poteva dargli. La risposta del professor MacLeish è stata: indossa l'abito della domenica tutti i giorni. L'inferenza, ovviamente, è che l'abito avrebbe dato al giovane una tale sicurezza nella ricerca di posizioni che alla fine avrebbe posseduto molti abiti della domenica, per tutti i giorni.

Splendido consiglio anche di per sé, ma è probabile che il professore intendesse non solo la sua domenica o il suo vestito migliore, ma anche la sua domenica o il suo miglior sorriso, indole e comportamento, sapendo che l'uno genera l'altro. Quindi indossa, non solo i tuoi vestiti, ma te stesso, beh, con sicurezza. Anche la fiducia è in mezzo alla strada, non essendo né aggressività né timidezza. L'orgoglio delle nuove conoscenze, inclusa la conoscenza dei vestiti, aumenta continuamente la fiducia in se stessi.'