Rodolfo Valentino

Rodolfo Valentino gentiluomo di stile

Oggi vorremmo condividere la nostra ultima icona di stile, l'attore italo-americano Rodolfo Valentino .

SommarioEspandereCrollo
  1. L'ascesa alla celebrità di Valentino
  2. I gusti stravaganti di Rudolph
  3. Una vita tragicamente breve
Blazer doppiopetto di Valentino

Blazer doppiopetto di Valentino

Con il recente interesse per l'era del cinema muto con film come L'artista e discorsi di accettazione dei premi che ringraziano il grande Douglas Fairbanks, è difficile non lasciarsi travolgere dalla nostalgia dell'epoca d'oro di Hollywood. A differenza del nostro più recenteSignore di stile Fred astaire , la grande star del cinema muto Rodolfo Valentino non ha avuto né una facile ascesa alla celebrità né una lunga vita. Non aveva talenti particolari ed è stato afflitto da problemi finanziari e solitudine per tutta la sua carriera. Ovunque andasse, lo scandalo sembrava seguirlo da vicino.

L'ascesa alla celebrità di Valentino

Nato in Italia come Rodolfo Alfonso Raffaello Pierre Filibert Guglielmi di Valentina d'Antonguolla nel 1895, la sua famiglia aveva poche risorse per sostenere un nome così aristocratico. Come molti altri italiani dell'epoca, si recò in America alla giovane età di 18 anni per cercare una vita migliore. Per semplificare le cose, ha scelto di ridurre il suo nome, scegliendo prima Rudolfo Guglielmi prima di accontentarsi definitivamente di Rodolfo Valentino. Nel 1917, Valentino non aveva avuto molto successo a New York (una volta accettò un lavoro raccogliendo insetti dalle piante di rose) e scelse di viaggiare a ovest, in California. Un amico a New York lo aveva incoraggiato a cercare una carriera nel cinema e poco dopo il suo arrivo in California è stato presentato a un'enclave di lavoratori del cinema. Ha ottenuto la sua prima parte a basso costo come comparsa nella produzione Alimony, ma ha trovato difficile trovare un lavoro cinematografico coerente perché sembrava troppo straniero. Tali sguardi erano desiderabili per Cattivi , ma quelle parti erano già occupate da attori affermati. Valentino riuscì a sopravvivere con parti bit per gran parte dei due anni successivi, sebbene le parti di atterraggio non fossero diventate più facili; l'industria cinematografica aveva notevolmente ridotto la produzione durante la prima guerra mondiale e l'influenza spagnola ha smorzato l'attività pubblica. Con l'arrivo della fine del decennio, iniziarono i ruggenti anni '20 e la produzione cinematografica riprese sul serio. Rudolph sposò impulsivamente la collega attrice Jean Acker nel 1919, ma il matrimonio si sciolse dopo meno di un mese. Alla fine si risposò e divorziò da Natacha Rambova. Fortunatamente per Valentino, il suo bell'aspetto straniero alla fine gli è valso un ruolo da protagonista I quattro cavalieri dell'Apocalisse nel 1921. Il film è stato un successo al botteghino e la reputazione di Valentino come amante della musica latina è stata suggellata. Ha anche acceso una moda nazionale per tutto ciò che è spagnolo, incluso il bolerogiacchee pantaloni gaucho. Fu a questo punto della carriera di Valentino che divenne un'influenza sartoriale popolare nella cultura pop americana. Per altri cinque anni, Valentino sarebbe stata la star del cinema più amata del Paese.

I gusti stravaganti di Rudolph

Pelliccia Rodolfo Valentino

Pelliccia Rodolfo Valentino

All'inizio della sua carriera, Valentino decise che avrebbe preferito soffrire la fame piuttosto che essere vestito male. Era spesso ridicolizzato per il suo vestito, che indossava abiti coloraticamiciee cravatte che erano considerati dandificati ed effeminati. A quel tempo, lo stile viaggiava piuttosto lentamente e l'abito sgargiante dell'Italia meridionale era lontano dalla corrente principale in America. I gusti di Valentino non si sono mai adattati alla sensibilità americana e la sua dedizione al proprio stile è lodevole e alla fine è diventata parte integrante della sua fama.
La sua persona e il suo stile seducente erano adorati dalle donne, ma la sua mascolinità era spesso messa in discussione da altre star del cinema americano. Valentino aveva una chiara affinità con l'abbigliamento europeo e aveva la maggior parte degli abiti,scarpe, e cappotti su misura da raffinati stabilimenti su misura a Londra. Personalmente trovo interessante vedere che ovviamente gli piaceva indossare cappotti doppiopetto con due file parallele di 3 bottoni ciascuno. Lo farebbe solo pulsante i due inferiori. Questa silhouette non si vede quasi più, anche se è interessante, Barone di Eelking mi è piaciuto anche indossarlo.

In quanto appassionato cavaliere di cavalli e fan dei cani, possedeva anche molti abiti da equitazione inglesi alla moda e abiti sportivi. Per assisterlo nel suo guardaroba, come ogni gentiluomo inglese, Valentino si avvaleva di un cameriere. Il suo catalogo immobiliare elencava 30 abiti, 60 paia di guanti , quasi 150 paia di calzini , 10cappotti, più di 100 cravatte , quasi 60 paia di scarpe , e 109 colletti di camicia, tra gli altri. Il suo stile effeminato potrebbe anche essere contribuito al suo amore per i gioielli;

Rodolfo Valentino in cappotto di agnello riccio

Rodolfo Valentino in cappotto di agnello riccio

una volta ha ricevuto un braccialetto da schiava (ispirato a uno dei suoi film) da sua moglie Natacha, che indossava con orgoglio nonostante le polemiche che aveva causato. Valentino ha anche accumulato una notevole collezione di oro, argento e diamanti gemelli ,orologi, anelli, sciarpa spille e portacarte. Sembra che fosse anche un sostenitore di un cappello in stile Homburg senza tesa di seta. Di solito, i cappelli Homburg hanno sempre questo bordo a tesa, ma per qualche motivo Valentino ha preferito la versione meno formale di questo fantastico cappello.

Man mano che la popolarità di Valentino cresceva, le sue scelte di stile iniziarono a influenzare direttamente il pubblico. Gli uomini volevano emulare la sua pettinatura liscia e acquistavano prodotti per capelli a frotte. L'abbigliamento colorato è diventato sempre più popolare. In una situazione drammatica, Valentino si è fatto crescere brevemente la barba per un film e il grado di protesta pubblica è stato travolgente. I fan gli hanno scritto chiedendogli di radersi e la Master Barber's Association ha minacciato di boicottare i suoi film per il danno che stava facendo ai loro affari. Valentino ha subito ceduto. (Fortunatamente abbiamo trovato una foto del barbuto Valentino, che potete trovare nella gallery qui sotto).

Una vita tragicamente breve

Nel 1926, Valentino aveva raggiunto l'apice della sua carriera: era senza dubbio uno degli uomini più famosi del mondo. Alla giovane età di 31 anni, è crollato improvvisamente mentre era a New York ed è stato portato d'urgenza in un intervento chirurgico per un'ulcera gastrica e un'appendicite.

Valentino a bordo di una nave

Valentino a bordo di una nave

Anche se Valentino sembrava riprendersi bene, in seguito cadde in coma e morì 8 giorni dopo per un'infezione, anche se si diceva che fosse per avvelenamento da arsenico. Il suo funerale è stato uno spettacolo pubblico a cui hanno partecipato sia i fan che le star di Hollywood. Anche dopo che la pubblicità frettolosa iniziale che circondava la sua morte si era placata, sarebbe stato nelle notizie per molti anni a venire. Nonostante abbia guadagnato quasi $ 2 milioni nella sua breve carriera, ha speso denaro liberamente e generosamente, al punto che un osservatore ha affermato di non conoscere il vero valore del denaro. La sua famiglia e il suo manager hanno combattuto per la sua proprietà per quasi 6 anni prima che fosse raggiunto un accordo.

Rodolfo Valentino era davvero un personaggio poliedrico; sperimentò povertà e abbondanza, oscurità e fama, amore e perdita. La sua dedizione al proprio stile personale era notevole, sebbene potesse essere giustamente considerata eccessiva e divorante. Ci si chiede se la sua morte prematura possa essere considerata misericordiosa, alla luce delle sue pericolose abitudini finanziarie, dei debiti per tutta la vita, del comportamento da diva e dell'eventuale scomparsa dell'industria del cinema muto. Potrebbe benissimo essere caduto nella stessa trappola di Giorgio Valentino da L'artista. Indipendentemente da ciò che avrebbe potuto essere, lo status di Rudolph come icona dello stile e del cinema americano è stato giustamente preservato fino ai giorni nostri.