Gilet e fasce da sera vintage

Gilet da sera vintage e fascia da smoking in primo piano

In questa sezione imparerai le origini del panciotto e della fascia da smoking, scoprirai come sono stati sviluppati e standardizzati e vedrai le molte varianti e stili che sono stati popolari nel corso dei secoli. Armato di queste informazioni, sarai più adatto a fare selezioni senza tempo quando scegli i tuoi accessori per il girovita.

SommarioEspandereCrollo
  1. Il panciotto della Reggenza
  2. L'era vittoriana: il conservatorismo appiattisce il fascino
  3. Evoluzioni dell'era edoardiana
  4. Gilet dei ruggenti anni Venti
  5. Vestizione a vita alta degli anni '30
  6. Il declino del gilet dagli anni '40 agli anni '70
  7. Fascini
  8. Le origini vittoriane del cummerbund
  9. Il cummerbund nell'era edoardiana
  10. The Cummerbund: alternativa alla vita per il tempo caldo degli anni '20
  11. Cantanti jazz e fasce a pieghe degli anni '30
  12. Fascini colorati negli anni '40 e '60
  13. Il cummerbund dagli anni '70 ad oggi
  14. Fatti formali
Abito da corte del 1800 Cappotto e gilet da uomo con ricamo in filo metallico - LA County Museum

Abito di corte del 1800 Cappotto e gilet da uomo con ricamo in fili di metallo dal LA County Museum

Il panciotto della Reggenza

Le origini

Il prototipo dell'abbigliamento da sera moderno era l'insieme di abiti blu scuro/bianco e nero modellato da Beau Brummell a cavallo del diciannovesimo secolo. Questo includeva un monopetto panciotto di tessuto bianco Marcella o nero a tinta unita tagliato dritto sul fondo. Negli anni '20 dell'Ottocento furono introdotti colletti dentellati o en schal (scialle).

Gilet da sera della prima reggenza inglese (1807).

Gilet da sera della prima reggenza inglese (1807).

1833 Gilet americano con sottogilet colorato.

1833 Gilet americano con sottogilet colorato.

Gilet da abito inglese del 1830.

Gilet da abito inglese del 1830.

Verso la fine degli anni '20 dell'Ottocento i dandy si discostarono dalla formula quando svilupparono un gusto per i modelli di gilet in tutti i colori dell'arcobaleno caratterizzati da ricami sontuosi e ricche sete e rasi semplici o figurati.

Il principe Alberto in abiti da sera

Il principe Alberto in abiti da sera

In questo periodo l'indumento si allungò anche portando al ritorno del sottopancia della fine del XVIII secolo. All'inizio, questo era un indumento intimo sparso destinato a sporgere appena oltre i bordi della versione sovrastante. Si è poi evoluto in un vero e proprio rivestimento del busto con risvolti, bottoni decorativi e splendidi materiali colorati progettati per contrastare con la parte superiore del panciotto che era spesso lasciato aperto nella parte superiore per una migliore esposizione.

Tutti questi abbellimenti erano molto visibili grazie al nuovo stile del frac su misura per rimanere aperto davanti.

Primi papillon formale, 1873. (Inglese)

Primi papillon formale, 1873 (inglese)

L'era vittoriana: il conservatorismo appiattisce il fascino

Entro il 1860 il conservatorismo vittoriano aveva superato lo stile Regency e il panciotto da sera era generalmente di stoffa o seta e ancora una volta limitato al nero o al bianco, sebbene le autorità britanniche di etichettatura consigliassero che il bianco era fuori moda e doveva essere limitato solo alle occasioni più formali. Le aperture a forma di V furono tagliate sempre più in basso mentre la vita diventava gradualmente più alta in modo che negli anni '50 dell'Ottocento il fondo fosse solitamente tagliato dritto invece di presentare punti come a volte faceva all'inizio dell'era.

Il principe Alberto nel 1861 indossa un panciotto a righe

Il principe Alberto nel 1861 indossa un panciotto a righe

Entro la metà del secolo il collo a scialle era tipico e iniziarono ad apparire le tasche sui fianchi. I bottoni erano ricoperti di materiale o dorati o pietre fantasia. Un passante per pantaloni fu introdotto nei gilet da sera e da sposa nel 1840. Il sottopancia Regency si estinse negli anni '50 dell'Ottocento a causa della suddetta vita accorciata del gilet sovrastante. Per un breve periodo è stato talvolta sostituito dal panciotto scivolato, uno pseudo-sottoveste ora più comunemente associato all'abito da mattina.

I cappotti corti sono tutti tagliati in una silhouette di un body coat nel 1871 - nota la scelta del cappello a cilindro con un cappotto corto

Cappotti corti tutti tagliati in una silhouette di un body coat nel 1871

A metà degli anni 1880, le nuove aperture a forma di U o scudo furono preferite rispetto alla forma a V, in parte a causa della loro efficacia nel mostrare il davanti formale della camicia. Inizialmente i modelli monopetto erano preferiti, ma il doppiopetto crebbe in favore dal 1890. I colletti erano solitamente a scialle sebbene molti modelli non presentassero risvolti (ovvero battuta d'arresto ).

Gilet inglese del 1890 in nero con nuova forma a U.

Gilet inglese del 1890 in nero con nuova forma a U.

In Inghilterra il piqué bianco ha gradualmente estromesso il tessuto nero che è stato consegnato all'abbigliamento da pranzo informale. Al contrario, i gilet neri da abbinare all'abito erano la norma negli Stati Uniti, dove le versioni bianche erano considerate un'alternativa lussuosa a causa delle spese di riciclaggio associate.

Principe Alberto con gilet bianco

Principe Alberto con gilet bianco

Quando lo smoking fu introdotto alla fine dell'era vittoriana, era semplicemente considerato un sostituto informale del frac ed era quindi indossato con gli stessi accessori prescritti per l'abito completo, incluso il gilet bianco o nero standard.

Illustrazioni di Kuppenheimer del 1918

Illustrazioni di Kuppenheimer del 1918

Evoluzioni dell'era edoardiana

La preferenza inglese per i gilet in piqué bianchi con abito pieno prese piede in America e alla fine della prima guerra mondiale i gilet neri stavano diventando relegati anche in quel paese come abiti da sera informali. Gli stili a doppio petto erano diventati popolari quanto il monopetto ed entrambi iniziarono a sviluppare ancora una volta i pantaloni a punta poiché i loro frontali seguivano le linee dei frontali del frac appena angolati. L'apertura a forma di U è rimasta lo stile preferito e i colletti a scialle erano quasi universali. Una tendenza emergente è stata l'abbinamento del motivo piquet del gilet con quello della camicia e del papillon. Questi set di biancheria coordinata erano fatti su misura e costosi e quindi all'inizio avevano una popolarità limitata.

Con lo smoking informale, all'inizio c'era una varietà di scelta: lana nera da abbinare alla giacca, seta figurata nera o grigia o lino bianco. Con il progredire dell'era, l'opzione in lana nera è stata sempre più preferita e il modello bianco a vestito intero è stato sempre più proibito. Questo periodo segnò anche l'inizio della tendenza per i gilet in seta nera da abbinare alla seta dei risvolti della giacca e al papillon. Tagli e stili erano in gran parte come per i gilet a tutto tondo, sebbene fossero molto meno visibili poiché gli smoking venivano indossati chiusi negli anni '10.

Soprabito da sera, cravatta nera e cravatta bianca in Germania Autunno 1929 - nota la chiusura a punta del gilet DB e gli alti colletti ad ala staccabili

Soprabito da sera, cravatta nera e cravatta bianca in Germania Autunno 1929: da notare la chiusura a punta del gilet DB e gli alti colletti ad ala staccabili

Gilet dei ruggenti anni Venti

Durante l'età del jazz, il bianco divenne il colore più formale per il panciotto a causa delle suddette spese di frequenti lavaggi e inamidamenti. Di conseguenza, i modelli neri hanno cessato di essere un'alternativa ai completi, mentre i modelli bianchi sono diventati sempre più popolari con gli smoking in occasioni che avrebbero richiesto frac prima dell'allentamento degli standard sociali della prima guerra mondiale.

1922 Gilet da sera in Vanity Fair

1922 Gilet da sera in Vanity Fair

Una moda elegante per il gilet bianco era la moda a vasca a vita dritta che era stata ripresa in America nel 1921, un anno dopo la sua reintroduzione in Inghilterra. Disponibile nei modelli mono e doppiopetto, era apprezzato sia con abiti da sera informali che formali perché il suo taglio a vita alta e la mancanza di punte potevano adattarsi meglio all'altezza e alla pienezza del nuovo stile dei pantaloni.

Die Deutsche Elite 1920 - nota il collo di pelliccia a sinistra e i revers in seta a destra - tutti gli uomini indossano scarpe a punta e puoi vedere uno smoking DB con revers dentellati e bavero Tautz

Die Deutsche Elite 1920 - nota il collo di pelliccia a sinistra e i revers in seta a destra - tutti gli uomini indossano scarpe a punta e puoi vedere uno smoking DB con revers dentellati e bavero Tautz

Pochi anni dopo un'altra innovazione del gilet stava rapidamente guadagnando popolarità: il modello senza schienale. Presentato in anteprima dal Principe di Galles, questo design ha sostituito l'esterno del gilet con solo due piccole cinghie che tenevano la parte anteriore in posizione consentendo così al gilet di trattenere molto meno calore corporeo e rendendolo particolarmente ideale per i climi tropicali.I gilet, infatti, venivano spesso indossati con i nuovi smoking doppiopetto pensati per le serate tropicali. Questo sembra essere uno strato di vestiti non necessario per un outfit da tempo caldo, ma l'intenzione potrebbe essere stata quella di mantenere la vita coperta anche quando un uomo ha aperto la giacca per sedersi più comodamente. Inoltre, le giacche doppiopetto degli anni '20 avevano tipicamente una stretta sovrapposizione quando abbottonate che rivelava molto più del davanti della camicia e, di conseguenza, i bordi del gilet sottostante. Non sorprende che la pratica si estinse quando il minimalista fascia è stato introdotto per la cravatta nera nella stagione calda all'inizio degli anni '30.

I colletti a scialle hanno continuato a essere la norma per i gilet da sera, anche se occasionalmente c'erano apparizioni di modelli con revers a punta o senza revers.

Il giovane Clark Gable in cravatta nera

Il giovane Clark Gable in cravatta nera

I gilet sono diventati un capo di alto stile. Non più le faccende spesse e sconvenienti, ma oggi un arrangiamento soave ed elegante.

Abbigliamento Arti, 1933

Vestizione a vita alta degli anni '30

I comò Dapper hanno personalizzato i loro abiti da sera formali e semi-formali attraverso la scelta di modelli monopetto o doppiopetto, solitamente con una stretta apertura frontale a V, oltre a una varietà apparentemente infinita di revers e tagli. Nel 1936 il design senza schienale divenne la scelta preferita a Londra e stava rapidamente guadagnando il favore negli Stati Uniti

Gilet da sera con cravatta nera e cravatta bianca nel 1934 d.C

Gilet da sera con cravatta nera e cravatta bianca nel 1934 d.C

Sviluppi degni di nota per il gilet completo includevano l'esportazione da parte del Principe di Galles del fondo a doppio petto a forma di W del gilet da giorno in un abito da sera completo. Ha anche introdotto punte arrotondate e modelli a fondo dritto con uno stile senza revers.

Gilet in seta gros-grain nero dal taglio profondo con angoli arrotondati sul fondo e tre bottoni - Stile britannico anni

Gilet in seta gros-grain nero dal taglio profondo con angoli arrotondati sul fondo e tre bottoni – stile britannico anni '30

La moda del decennio precedente di indossare un gilet completo con lo smoking informale rimase popolare in Europa all'inizio degli anni '30, ma nell'autunno del 1933 il numero inaugurale di Scudiero stava riportando che il gilet bianco è stato finalmente autorizzato a ricongiungersi al suo compagno legittimo ma a lungo estraniato, il frac, e i nuovi smoking sono abbinati a un gilet del materiale della giacca, con risvolto in gros-grain opaco. La rinnovata popolarità del frac nell'ultima parte del decennio ridusse ulteriormente il fascino della combinazione di razza mista, sebbene alcuni esperti di etichetta continuerebbero a raccomandarlo come una via di mezzo formale per i decenni a venire. (Emily Post l'ha prescritto per le occasioni da cravatta nera più formali fino agli anni '70.)

Più o meno nello stesso periodo in cui il panciotto bianco cadde in disgrazia, alcuni comò d'avanguardia iniziarono ad aumentare i loro smoking con stili modellati in seta colorata. Tuttavia, l'effetto era sottile a causa del tradizionale taglio basso del gilet da sera che ne limitava la visibilità sotto uno smoking chiuso. La crescente popolarità degli smoking doppiopetto ha spinto le autorità della moda a ricordare agli uomini che i gilet non erano necessari con tali giacche.

Gilet e fascia da smoking anni

Il declino del gilet dagli anni '40 agli anni '70

Come all'indomani della prima guerra mondiale, era un mondo decisamente più informale emerso dalla seconda guerra mondiale e di conseguenza molte delle fioriture sartoriali dell'abbigliamento da sera degli anni '30 sono scomparse. Il declino dell'interesse per l'abbigliamento completo, insieme alla sua natura altamente conservatrice, significava che negli anni '50 le regole per il gilet con cravatta bianca erano praticamente scolpite nella pietra per il resto del secolo.

Smoking della fine degli anni

Smoking della fine degli anni '50 con piping sul colletto in raso

Mentre lo smoking continuava a essere molto più rilevante del frac, l'interpretazione informale del dopoguerra della cravatta nera significava che la fascia da smoking era ora il coprivita preferito. Il gilet andò essenzialmente in esilio sartoriale emergendo brevemente all'inizio degli anni '60 per migliorare il look continentale che era popolare all'epoca. Ora comunemente indicato come a veste in America, il gilet faceva tipicamente parte di un abito formale a tre pezzi.

Lo stesso tipo di bordi tagliati presenti sul revers della giacca è stato utilizzato anche sui revers del gilet fino a quando non hanno cominciato a scomparire a metà degli anni Sessanta.

Chevy Chase, Gerald Ford e Ron Nessen il 25 marzo 1976 Da notare i grandi papillon e i risvolti bianchi. Neeson ha un colletto in velluto e revers a dente

Chevy Chase, Gerald Ford e Ron Nessen il 25 marzo 1976. Nota i grandi papillon e gli ampi risvolti. Neeson ha un colletto in velluto e revers a dente

Le camicie stravaganti, le giacche doppiopetto e le tute formali della fine degli anni '60 e '70 hanno reso ancora una volta il gilet da sera in gran parte obsoleto. Quando è apparso era più probabile che fosse tagliato più in alto come il gilet di un tailleur in tre pezzi, uno stile che è diventato standard negli anni '80 nonostante la sua incompatibilità estetica con il taglio basso delle tradizionali giacche da smoking a un bottone. Potrebbe abbinarsi agli smoking (spesso colorati durante questo periodo) o essere di un colore, una trama e/o un motivo contrastanti.

Complesso di frac con cravatta bianca e collo sciallato degli anni

Complesso di frac con cravatta bianca e collo sciallato degli anni '60

Fascini

Le origini vittoriane del cummerbund

Gli ufficiali inglesi in servizio nell'India orientale britannica nel diciannovesimo secolo adottarono la pratica locale di indossare una fascia intorno alla vita. Secondo La nuova etichetta (1937) lo scopo della fascia era quello di mantenere calda la parte centrale del corpo, che era una grande protezione contro i danni fisici del calore e dell'umidità in eccesso. Tuttavia, riscaldare la vita per raffreddare il corpo sembra paradossale. Un 1932 Abbigliamento Arti l'articolo affermava che era originariamente usato per prevenire il freddo notturno, ma questa spiegazione è altrettanto sconcertante in quanto il gilet tradizionale avrebbe svolto il lavoro molto meglio. La spiegazione più probabile per l'adozione della fascia da parte degli ufficiali nel subcontinente era un sostituto più fresco del tradizionale panciotto.

Fascia Vittoriana

Nel tardo periodo vittoriano lo adattarono cintura in abiti da sera e l'ha esportato in Europa, dove non è stato un successo clamoroso come sostituto del gilet completo. Una rivista di moda francese lo descrisse nel 1873 come un'ampia cintura che costituisce l'ennesima moda grottesca il cui aspetto sciatto non richiede certo menzione.

Il Manuale del costume inglese dell'ottocento contiene una descrizione del periodo del 1889 della fascia da smoking originale come una fascia di seta cremisi o nera avvolta intorno alla vita quattro volte. Nel 1893 è stato descritto come una cintura nera ed è stato notato per essere diventato popolare con l'abito da mattina in sete colorate avvolte due volte intorno alla vita. Nel 1895 fu descritto specificamente come una fascia da smoking fatta di seta o drill twill colorato (un tessuto di cotone resistente più spesso usato per abiti color cachi) che era diventato irrimediabilmente volgarizzato.

Il cummerbund nell'era edoardiana

Nonostante la sua apparente caduta dalla moda alla fine dell'era vittoriana, la fascia da smoking appare di nuovo nelle prime fonti edoardiane, questa volta nello stile di un panciotto tagliato.

Fascia edoardiana

Brevetto fascione del 1924

The Cummerbund: alternativa alla vita per il tempo caldo degli anni '20

Nel 1924 è stata depositata una domanda di brevetto statunitense per quello che è stato descritto come un nuovo stile di gilet o gilet da indossare in quanto consisteva solo nella parte inferiore del gilet tradizionale eliminando così la tendenza delle camicie rigide a sporgere fuori dall'aperto davanti a detto panciotto. Sono state illustrate due varianti, una simile alla fascia edoardiana tranne per il fatto che si allacciava sul retro con una fibbia come una cintura piuttosto che abbottonarsi sul davanti come un gilet. L'altra variazione era il moderno stile plissettato della fascia.

Nel 1928 a Abbigliamento da uomo l'articolo che copre la scena di Palm Beach ha notato un aumento di popolarità per la fascia da smoking che descriveva come una fascia di seta nera usata come sostituto del gilet nelle serate calde.

Accessori per giacche da pasticcio del 1933. la fascia da smoking e la camicia morbida avrebbero presto sostituito il panciotto formale e la camicia bollita.

Accessori per giacche da pasticcio del 1933. la fascia da smoking e la camicia morbida avrebbero presto sostituito il panciotto formale e la camicia bollita.

Cantanti jazz e fasce a pieghe degli anni '30

Lo stile plissettato della fascia da smoking divenne popolare nel 1933 grazie alla mania delle giacche da pasticcio dei primi anni Trenta. Le pubblicità di quell'epoca indicano che originariamente era realizzato in dimensioni di cintura.

Giacca Mess Dress con fascia bordeaux a sinistra e giacca da sera bianca DB per clima caldo a destra - London UK 1938

Giacca Mess Dress con fascia bordeaux a sinistra e smoking DB bianco sporco per il clima caldo a destra – Londra UK 1938

Entro il 1937 La nuova etichetta lo descriveva come un coprivita popolare e chic per abiti da sera informali nei resort. È pensato per caldo per ovviare alla necessità di avere l'imbracatura di un panciotto sulla spalla e sulla schiena quando potrebbe essere scomodamente caldo. Sulle persone giuste al momento giusto è decorativo e correttamente nello spirito di un'allegria colorata. I colori erano generalmente limitati al nero o al marrone.

1934 Il rosso nell

1934 Il rosso nell'abbigliamento formale sta diventando più popolare soprattutto con gli smoking bianchi

Come i gilet negli anni '20, i cummerbund erano talvolta indossati con giacche doppiopetto fino alla metà degli anni '30.

Smoking blu notte dei primi anni

Smoking blu notte dei primi anni '40 con fascia da smoking e ampia camicia a pieghe

Papillon e fasce da smoking grigio argento anni

Papillon e fasce da smoking grigio argento anni '60 per smoking

Fascini colorati negli anni '40 e '60

Gli standard formali furono allentati dopo la seconda guerra mondiale e negli anni '50 il fascia da smoking nero era considerato appropriato tutto l'anno. In effetti, la fascia da smoking ha praticamente sradicato il panciotto fino alla fine degli anni '70. La versione regolabile sembra essere stata inventata nel 1959 secondo un'altra domanda di brevetto statunitense (sotto) raffigurante un cummerbund con cinturino posteriore regolabile specificamente destinato ad eliminare la necessità di modelli di dimensioni personalizzate.

Giacca da sera degli anni

Giacca da sera degli anni '50 in viola con fascia da smoking abbinata e papillon sottile - nota i polsini

In sintonia con il crescente gusto americano per l'eleganza e il comfort nell'abbigliamento formale, After Six ha introdotto un tripudio di colori, motivi e tessuti nelle fasce nel 1954 e le ha vendute con abbinate pre-annodate Cravatte in pacchetti formali.

Dopo sei abbinati fascia da smoking e cravatta intorno al 1955.

Dopo sei abbinati fascia da smoking e cravatta intorno al 1955.

Presentavano anche una variazione nota come il giubbotto che era essenzialmente un ritorno agli stili della fascia da smoking dell'era edoardiana. Nel 1959 le mercerie di lusso offrivano le proprie varianti con papillon da annodare abbinati e nel 1967 After Six pubblicizzava ben 164 varietà.

Gilet cummer vintage

Gilet cummer vintage

Il cummerbund dagli anni '70 ad oggi

Quando il conservatorismo tornò all'abbigliamento formale alla fine degli anni '70, il colore e il motivo introdotti durante la rivoluzione del pavone degli anni '60 furono spogliati da tutti gli indumenti con la notevole eccezione delle coperture in vita e delle cravatte abbinate. I set di fascia da smoking in tinta unita erano particolarmente apprezzati dai giovani maschi americani negli anni '80, il che potrebbe spiegare la caduta in disgrazia della fascia formale negli anni '90. All'inizio del millennio gli uomini preferivano di gran lunga un panciotto o una vita scoperta all'ex onnipresente fascia da smoking.

Papillon azzurro abbinato e fascia da smoking degli anni

Papillon azzurro abbinato e fascia da smoking degli anni '80 con camicia con colletto ad ala attaccata

Fascette senza tempo da Fort Belvedere

cummerbund_in_black_silk_satin_from_fort_belvedere_2

Forte Belvedere

Fascia da smoking in raso di seta in nero

NEGOZIO Fascia da smoking in seta nera di Barathea da Fort Belvedere

Forte Belvedere

Fascia da smoking in seta Barathea in nero

NEGOZIO Fascione in Faille di Seta Nera Grosgrain Repp

Forte Belvedere

Fascia Faille in gros-grain fine in seta nera repp

NEGOZIO Fascia in seta moiré in nero da Fort Belvedere

Forte Belvedere

Fascia in seta moiré nera

NEGOZIO

Fatti formali

Gilet bianco, bottoni neri

Annuncio per gilet con bottoni neri che prendono il nome dal club in cui il Principe di Galles ha debuttato con lo stile.

Annuncio per gilet con bottoni neri che prendono il nome dal club in cui il Principe di Galles ha debuttato con lo stile.

Come le borchie e le maglie della camicia a tutto tondo, i bottoni del gilet a tutto tondo erano tradizionalmente realizzati in perla per fondersi con il tessuto bianco del capo. Nel 1932 l'elegante Principe di Galles iniziò a sfoggiare bottoni di gilet neri e la moda si diffuse rapidamente in tutta Londra e poi in America. Presto furono ammessi anche altri colori a condizione che non fossero troppo appariscenti nelle parole di una rivista di abbigliamento maschile. La tendenza durò fino alla guerra.

Gilet con bretelle

Attacco per tutore regolabile

attacco per tutore regolabile

Per comodità, alcuni gilet presentavano bretelle o bretelle integrate. Troviamo difficile credere che questo goffo hardware aggiuntivo sia stato terribilmente utile, quindi non sorprende che questo stile di gilet non abbia mai guadagnato molta popolarità e, forse per il meglio, è quasi del tutto scomparso oggi.

Esplora questo capitolo: 8 Abiti da sera vintage

  1. 8.1 Etichetta e codici di abbigliamento vintage per la cravatta nera
  2. 8.2 Frac e smoking vintage
  3. 8.3 Gilet e fasce da sera vintage
  4. 8.4 Camicie da sera vintage
  5. 8.5 Cravatte da sera vintage
  6. 8.6 Calzature da sera vintage
  7. 8.7 Accessori da sera vintage
  8. 8.8 Capispalla da sera vintage
  9. 8.9 Abbigliamento da sera vintage per il tempo caldo
  10. 8.10 Matrimoni serali d'epoca
  11. 8.11 Abiti da sera retrò