Giacca Belstaff Trialmaster: ne vale la pena? Recensione della giacca di pelle britannica

giacca belstaff trialmaster 3840x2160 in scala

Oggi faremo un'analisi approfondita di un capospalla molto richiesto, la giacca Trialmaster di Belstaff. È diventato un capo iconico nel guardaroba di un uomo che è iniziato come una giacca da motociclista. Ha un pedigree di lunga data e la giacca è cambiata molto poco nel tempo, il che lo qualifica come un classico, allo stesso tempo, ci chiediamo un prezzo enorme, vale davvero la pena o no?

SommarioEspandereCrollo
  1. Una breve storia delle giacche Belstaff
  2. La giacca Belstaff: uno sguardo da vicino
  3. Il verdetto: ne vale la pena?
  4. Riepilogo degli abiti

Una breve storia delle giacche Belstaff

Nel 1907 si tenne in Inghilterra la prima gara del Tourist Trophy dell'Isola di Man. A quel tempo, le condizioni erano molto polverose e gli uomini indossavano ancora i colletti rigidi che conosci di quel periodo. In combinazione con le loro giacche normali che erano abbottonate fino in fondo c'era un aspetto formale su un percorso di moto da corsa molto sporco. Due anni dopo, nel 1909, fu fondato il club motociclistico britannico. Lo stesso anno, un certo Eli Belovitch aprì un negozio nello Staffordshire con un'attività per tessuti riciclati e articoli in gomma.

1907 Isola di Man TT

La prima gara di TT dell'Isola di Man si tenne nel 1907.

Durante la prima guerra mondiale, la compagnia di Belovitch fornì all'esercito britannico un tessuto impermeabile sotto forma di tende e mantelli. Dopo la fine della guerra, le corse motociclistiche ripresero in Inghilterra e divennero in qualche modo l'età d'oro delle corse motociclistiche. In quello spirito, Belovitch formò il Belstaff marchio nel 1924 insieme a suo genero, Harry Grosberg e si è concentrato sull'abbigliamento da motociclista. Erano grandi nella produzione di capispalla impermeabili per uomini e donne. Alla fine, Grosberg riportò il cotone egiziano che era di alta qualità ma una volta cerato era più traspirante dei tradizionali indumenti in gomma. Allo stesso tempo, era impermeabile.

Mantelli delle tende della prima guerra mondiale

Mantelli delle tende della prima guerra mondiale

Belstaff è un marchio che ha ottenuto riconoscimenti e nel 1930 includeva diversi famosi motociclisti e altri avventurieri tra la loro base di clienti. Uno di loro era Joe Wright, il detentore del record sul giro in moto a Brooklands dal 1925 al 1935. Un altro era l'Explorer e motociclista TE Lawrence. Alcune famose clienti di Belstaff all'epoca erano l'aviatrice, Amy Johnson, che fu la prima donna pilota a volare da sola dall'Inghilterra all'Australia, così come l'aviatrice Amelia Earhart.

Amelia Earhart con la giacca di Belstaff

Amelia Earhart con la giacca di Belstaff

Con l'inizio della seconda guerra mondiale, Belstaff riprese a produrre per i militari, ma la domanda era così alta che aggiunse all'azienda oltre 600 lavoratori. Dopo la guerra, sono tornati verso un nuovo meglio che era giacche da moto . Nel 1948 crearono l'ormai iconica giacca Trialmaster realizzata in cotone cerato. È stato originariamente progettato per resistere alla prova scozzese di sei giorni, che è stata una gara motociclistica estrema su strada e fuoristrada molto dura.

Sei giorni di prova scozzese

Sei giorni di prova scozzese

Il Trialmaster divenne popolare molto rapidamente e nel 1952 Ernesto Che Guevara indossò il Trialmaster Belstaff mentre guidava su una moto attraverso il sud di persone così famose, la giacca Trialmaster Belstaff era il venditore numero uno dell'azienda nel 1960. Nel 1963, il famoso Steve McQueen , di cui abbiamo parlato in un altro video sugli occhiali da sole Persol, che puoi vedere qui, indossava una giacca Trialmaster Belstaff nel film La grande fuga . Nel film, puoi vedere la giacca nella famosa scena della motocicletta in cui salta sopra un filo spinato. Come probabilmente saprai, McQueen era un appassionato di moto da cross e c'è una voce non confermata che abbia saltato un appuntamento con Ali MacGraw perché preferiva invece incerare la sua giacca Trialmaster Belstaff.

Steven McQueen con la giacca Belstaff Trialmaster

Steven McQueen con la giacca Belstaff Trialmaster

Nel 1969, Belstaff subì una sorta di rebranding e introdusse la Phoenix come logo del marchio. Negli anni '90, Belstaff sopravvive a una domanda in calo per la sua giacca e alla scomparsa del mercato tessile britannico. La società Belstaff è passata di mano alcune volte, ma ora è di proprietà della più grande società privata del Regno Unito chiamata Ineos. Negli ultimi anni, Belstaff ha davvero trasformato il marchio ed è stato spesso presentato in film come Missione impossibile 3 attraverso l'inserimento di prodotti, ma è anche diventato più un marchio di lifestyle e couture incentrato sull'eredità britannica. Nel 2018, il Trialmaster è ancora una giacca popolare nella scaletta di Belstaff. Ovviamente oggi offrono una gamma di giacche diverse, ma nel complesso si tratta più di abbigliamento sportivo casual per uomo ispirato alla storia della motocicletta. Con tutta quella storia, concentriamoci ora sulle giacche stesse partendo da una versione in cotone cerato, l'originale Trialmaster.

Steve McQueen Trialmaster

Il re del freddo, Steve McQueen, indossa un Trialmaster Belstaff

La giacca Belstaff: uno sguardo da vicino

Negli Stati Uniti viene venduto a $ 595, in Europa a € 495, in Gran Bretagna a £ 450. È disponibile in una varietà di colori maggiore rispetto alla maggior parte delle giacche da uomo, tra cui nero, rosso, blu navy, oliva e un verde militare che chiamano capperi. Il Maestro di prova Il design iconico include quattro ampie tasche applicate che hanno lembi che puoi spingere verso il basso con bottoni automatici, una cintura, hai un fermo per la gola, così come imbottiture sui gomiti e rinforzi sulle spalle. A differenza della maggior parte delle giacche da esterno che ho provato, sono rimasto sorpreso dalla lunghezza della manica di questa giacca che scende a 27 pollici misurati dalla cucitura, cioè circa 16 centimetri e mezzo e un po' più lunga di quella che ottieni, per esempio , da Barbour .

Giacca Belstaff Trialmaster in nero cerato

Giacca Belstaff Trialmaster in nero cerato

La taglia che ho scelto per entrambe le giacche è una 44US, 54EU o extra extra large. Sono rimasto sorpreso quando l'ho visto perché nel complesso ha una vestibilità piuttosto aderente. Se lo paragono a qualcosa di Barbour nello stesso gruppo di dimensioni, il Belstaff è molto più magro. Allo stesso tempo, la stessa taglia ha braccia più lunghe. In questo momento, indosso una polo sotto ma potrei aggiungerne una più spessa maglione e funzionerebbe comunque, soprattutto con la cintura regolabile che ha sei fori. Mi piacciono molto gli scalfi alti che consentono una vasta gamma di movimenti e posso capire perché lo fanno perché quando sei su una moto, hai le braccia alzate e vuoi sentirti a tuo agio anche quando guidi la moto. Nel complesso, le maniche sono tagliate abbastanza bene, per i miei gusti, potrebbero essere tagliate un po' più piene soprattutto nell'area dei bicipiti, ma poi di nuovo, sono una persona che ha una misura della parte superiore del braccio superiore alla media. Ho ottenuto la versione rossa della giacca in cotone cerato semplicemente perché un simile aveva una scelta di colori più audace disponibile.

Sven Raphael Schneider nel Trialmaster rosso cerato

Sven Raphael Schneider in Belstaff Trialmaster

Il Belstaff Trialmaster è piuttosto lungo e misura trentadue pollici e mezzo appena sotto il tuo colletto, cioè circa ottantadue centimetri e mezzo. Poiché è così lunga, la cerniera è posizionata un po' più in alto, non scende fino in fondo, quindi è un po' più flessibile quando ti siedi e puoi vedere che qualcuno ha pensato al design di questa giacca. La cerata rossa fornita dall'azienda britannica Millerain. È un buon tessuto tradizionale che invecchia bene nel tempo e sviluppa una patina. Forse non è più il più traspirante là fuori perché oggi puoi avere idrorepellenti durevoli che sono in tutti i tipi di abbigliamento funzionale, ma questo è vecchio stile, è pensato per invecchiare e a molte persone piace soprattutto il loro aspetto quando ha molti anni ed è stato ricerato alcune volte.

È interessante notare che ha quei piccoli rivetti sotto l'ascella che dovrebbero probabilmente raffreddarti, ma dal momento che non sono realmente incorporati nella fodera, dubito che siano molto efficaci. Proprio come qualsiasi altra giacca di cotone cerato, all'inizio sembra un po' rigida, ma una volta indossata, non solo sviluppa una bella patina, ma diventa anche un po' più morbida. All'interno della giacca, puoi trovare un cotone. Le maniche, invece, sono quindi niente si attacca ed è tutto molto liscio quando lo indossi e quando lo indossi.

Rivetti ascellari sul Trialmaster

Rivetti ascellari sul Trialmaster

Una nota positiva, non sono riuscito a trovare parti in plastica su questa giacca, sono tutti in metallo, il che è piuttosto carino. La cerniera è realizzata da YKK proprio come sulle giacche di Canada Goose o Moncler e proprio come quelli di Barbour, anche loro sono fatti di metallo. Come ho detto prima, YKK è un grande standard, è relativamente economico puoi trovarlo ovunque, incluso su Amazon, ma non è la più alta qualità di cerniera che puoi trovare lì. Appena uscito dalla scatola, si è chiuso magnificamente, un'esperienza molto migliore di quella, diciamo, con Oca del Canada . Quindi, con la cerniera che non arriva fino in fondo, ti dà quel tocco in più che è fantastico per ragazzi come me che hanno un sedere grosso, quindi ottieni un po' di stile senza creare rughe. Se sei più magro o se vuoi chiuderlo completamente, c'è un bottone automatico nella parte inferiore in modo da ottenere un aspetto pulito e dritto.

Cerniera sul Trialmaster

Cerniera sul Trialmaster

Il Trimaster Belstaff è progettato per farti sentire un ribelle disinvolto, per questo motivo non è pensato per essere indossato sopra un cappotto sportivo, un blazer o un abito. Invece, è meglio con un maglione, magari una t-shirt, una polo o forse un cardigan . Lo stile è una moto molto vecchia scuola, specialmente con l'angolata tasca sul lato sinistro pensato per i destrimani in modo da poter raggiungere più facilmente la tasca quando sono in bicicletta. Ora, anche se questo è un aspetto classico, è davvero svantaggioso per i mancini perché la tasca sinistra ha una strana angolazione. Con le sue grandi tasche capienti, è abbastanza pratico, è un po' più sportivo e casual. Secondo me, ha un caratteristico look vintage e per questo è meglio abbinato a denim e stivali. Naturalmente, funziona benissimo anche con camicie abbottonate in tessuto Oxford e magari un maglione o un gilet.

Belstaff ceretta

Belstaff ceretta

Poiché è una giacca cerata, richiede una manutenzione un po' più elevata. Non può essere lavato, sbiancato o esposto a temperature elevate come un ferro da stiro, altrimenti danneggerai davvero la giacca. Invece, ha bisogno di essere ricerato di tanto in tanto a seconda della frequenza con cui lo indossi, alcune persone passano alcuni anni in mezzo, altre lo fanno ogni anno.

L'intero marchio Belstaff è molto importante per la loro eredità britannica; ogni bottone a pressione dice Belstaff England, il cartellino all'interno pubblicizza il tessuto British Millerain, ma se cerchi il cartellino made in molto piccolo, scopri che è prodotto in Romania, di tutti i posti. Se segui questo canale da un po', sai che i prodotti di buona qualità possono essere realizzati ovunque. La Romania ha un settore tessile robusto, ma è probabile che vi trasferiscano la produzione non a causa degli elevati standard di qualità, ma a causa dei costi di manodopera molto inferiori. Inoltre, considerando l'alto prezzo al dettaglio e la forte enfasi sull'eredità britannica, lo trovo un po' deludente, a dire il vero. Francamente, con quel marketing, non mi sarei aspettato altro che made in England o almeno nel Regno Unito. Mentre altri marchi emergenti offrono garanzie a vita e garanzie per i loro capi, Belstaff ha solo una garanzia di 24 mesi sulla giacca.

Trialmaster Made in Romania

Mentre Belstaff si vanta della sua eredità britannica, il Trialmaster è prodotto in Romania.

Diamo un'occhiata più da vicino alla giacca pantera Trialmaster che è realizzata in pelle. Il prezzo al dettaglio di questa giacca è di $ 1795, € 1495. Se fai i conti, è circa tre volte il prezzo della giacca di cotone cerato. Quando l'abbiamo comprato al Sito web di Belstaff , era disponibile in nero, marrone-nero e marrone cognac più chiaro. Sembra che a volte cambino i colori, specialmente il Marrone quelli ma dovresti sempre riuscire a trovare un nero e qualche versione di un marrone.

Raphael nel Trialmaster Panther

Maestro di prova Pantera

Anche se tecnicamente non sono esattamente la stessa giacca, sono molto molto simili, quindi voglio solo evidenziare le differenze tra queste due giacche. Ovviamente, il più grande è la pelle. Con mia sorpresa, né il sito Web né i cartellini mi dicono in realtà di quale animale è stata realizzata questa pelle. A vederla di persona non credo sia una pelle di vitello, inoltre non credo sia una pelle di bisonte o di bufalo ma una normale pelle di vacchetta. Sulla base del tatto e della sensazione, penso che sia un pelle conciata al cromo . Secondo Belstaff, viene incerato e quindi lucidato a mano prima di essere burattato per ottenere questo meraviglioso aspetto colorato e profondo della pelle. Mi piace molto la finitura cerata e scoppiettante, non è così estrema come potresti riconoscerla da alcuni rivestimenti in pelle o da alcune borse in pelle che abbiamo ricoperto in passato, ma è davvero molto bello vedere la trama più chiara della pelle, non è rivestita, è sembra una pelle tinta all'anilina appena rifinita in un modo bellissimo che è davvero l'ideale per a giacca di pelle .

Il Trialmaster Panther Leather in marrone (a sinistra) e il Trialmaster in Waxed Red (a destra)

Il Trialmaster Panther Leather in marrone (a sinistra) e il Trialmaster in Waxed Red (a destra)

La pelle odora di pelle e cera e si sente un po' cerosa, non è morbidissima ma nemmeno super rigida quindi, per me, ha il giusto equilibrio per una giacca di pelle che è un mix di comfort ma anche longevità. Ad esempio, se lo confronti con le giacche in morbida pelle di agnello, sono davvero morbide ma mostrano l'usura molto rapidamente e invecchiano molto male. Appena uscito dalla scatola, ho potuto dire che la giacca di pelle era molto più pesante. Quando l'ho pesato, era di 2350 grammi, che è di circa 5 ¼ libbre contro 1530 grammi per la giacca cerata che è di circa 3 ⅓ di una libbra. Nel complesso, ho sicuramente tenuto giacche di pelle più pesanti e spesse, la pantera Belstaff Trialmaster non è la più pesante in circolazione ma non è nemmeno super leggera. Colpisce davvero quella via di mezzo ben bilanciata. Naturalmente, l'abbiamo anche testato per la sua idrorepellenza e sembrava quasi migliore di un giacca in cotone cerato che mi ha colpito.

Pelle di Belstaff Trialmaster Panther in marrone

Pelle di Belstaff Trialmaster Panther in marrone

In termini di taglio, la giacca di pelle Trialmaster, a prima vista, sembra esattamente identica. La lunghezza delle maniche misura 27 pollici, che di nuovo è di 68 centimetri e mezzo, proprio come la giacca in cotone cerato. È interessante notare che quando l'ho indossato, sembrava decisamente diverso. Sembrava più spazioso nel braccio ed è tagliato un po' più largo. Penso anche che questa pelle sia un po' più elastica e abbia un po' più di elasticità rispetto al rigido tessuto di cotone cerato. Per questo motivo, trovo questa giacca molto più comoda da indossare anche se è più pesante della cotone versione. Sono rimasto sorpreso dal fatto che la giacca di pelle fosse più corta di un pollice o 2,5 centimetri arrivando a 31 pollici e mezzo o ottanta centimetri. Inoltre, il colletto era un po' più corto; mentre sulla giacca di cotone cerato, era poco più di 2 pollici o 5 centimetri, era poco meno di 2 pollici sulla giacca di pelle.

Misurazione manica Belstaff

Misurazione manica Belstaff

Nel complesso, le cuciture della giacca sembrano essere tutte identiche ad eccezione della parte posteriore perché la giacca di pelle ha una cucitura divisa rispetto alla versione in tessuto ha una parte posteriore solida. La ragione di ciò è semplicemente il consumo di pelle; se si tagliasse il pezzo senza una cucitura centrale aumenterebbe il consumo di pelle e, quindi, i costi di produzione. Ora, considerando che questa giacca viene venduta al dettaglio senza la cucitura centrale centrale nella parte posteriore. Quando si tratta di piccoli dettagli, nel complesso, le giacche sono molto simili. Fodera in cotone, entrambi hanno maniche in viscosa e i bottoni automatici sembrano fatti dello stesso materiale proprio come le cerniere. È solo il colore che è leggermente diverso.

Fodera in cotone del Belstaff Trialmaster

Fodera in cotone

Entrambi hanno anche la tasca ad angolo sul petto, ma se guardi i dettagli come la fodera della punta del colletto o la fodera della punta della manica, la giacca in pelle Panther ha un marrone scuro velluto a coste contro la giacca di cotone che ha più di un tessuto di cotone spazzolato lì. Inoltre, se osservi più da vicino la tasca e il modo in cui sono cucite, quella in cotone sembra leggermente più capiente e con una costruzione leggermente diversa rispetto alle tasche in pelle. Le tasche in pelle hanno anche angoli arrotondati, il che è bello perché non si usurano prematuramente. Un altro dettaglio che mi piace di entrambe le giacche è che puoi avere i bottoni automatici per renderlo più stretto. Nel complesso, penso che potrebbe essere anche più stretto di loro, ma ti permette di indossare i guanti o di non avere un po' d'aria o brezza nella manica o meno a seconda della temperatura esterna.

Tasche più spaziose della giacca di cotone

Le tasche sono più capienti.

È interessante notare che il logo era leggermente diverso; mentre la giacca in cotone ha un logo in tessuto a contrasto, la giacca in pelle ha un logo in pelle tono su tono, che è secondo me meno contrastato e preferibile. Ho controllato il sito Web e due settimane dopo aver acquistato questa giacca, sembra che abbiano un logo leggermente diverso da quello che ho io. Non so se questo è un cambiamento generale nel modello o è stata solo una cosa una tantum.

Toppe con logo Trialmaster

Ogni Trialmaster è dotato di una toppa con il logo

Anche se la cerniera della giacca di pelle è della stessa marca e modello della giacca giacca di cotone , è stato più facile chiudere la zip. Quindi, quando ho dato un'occhiata più da vicino, ho visto che è costruito in un modo leggermente diverso; mentre la giacca di cotone ha una patta in più e la cerniera è sotto, la giacca di pelle ne ha più all'esterno quindi non c'è uno strato extra, questo rende più facile scivolare ma penso anche quando piove molto pesantemente, ottieni un po 'più di protezione con la giacca di cotone.

È interessante notare che questa giacca è stata realizzata in Italia. Ancora una volta, non in Inghilterra, ma almeno l'Italia ha una tradizione nella lavorazione della pelle e della produzione di giacche di pelle, quindi si potrebbe obiettare che sono andati in Italia per questo anche se il livello dei prezzi è probabilmente più alto che in Romania ma comunque inferiore rispetto al UK. Probabilmente la cosa che mi ha deluso di più è stata la mancanza di informazioni sul loro sito web o sui cartellini. Per un prezzo del genere, mi aspetto davvero di saperne di più sui materiali che compongono la giacca, forse da dove provengono, e se non vuoi andare così lontano, allora forse condividi ciò che contiene, giusto? Non so nemmeno di che animale sia fatta questa pelle e, naturalmente, non menzionano se è tinta all'anilina, conciata al cromo o conciata al vegetale, spetta solo al consumatore sentire e decidere di cosa si tratta.

Trialmaster Pantera Made in Italy

Piuttosto che essere realizzata in Romania, la giacca Panther è realizzata in Italia.

Nel complesso, viene fornito con la stessa garanzia di 24 mesi, il che è un po' deludente ma solo guardando la giacca, direi che è solida, non è la giacca più resistente che abbia mai avuto, allo stesso modo tempo, suppongo ancora che questa giacca fosse destinata a durare almeno un decennio o più.

Il verdetto: ne vale la pena?

Quindi ora che conosci tutti i dettagli e le differenze tra la giacca in pelle Panther e il normale Trialmaster, rispondiamo alla grande domanda, ne vale la pena?

Che Guevara in the Trialmaster

Che Guevara Trialmaster

I pro sono che è decisamente iconico, ha una ricca storia di oltre 70 anni e ti offre un look ribelle disinvolto che molte persone vogliono quando ottengono questa giacca. È stato indossato da Steve McQueen e Che Guevara, funziona, è pratico ed è un attraente taglio sottile e lusinghiero. La pelle è davvero bella, il tessuto Millerain è molto funzionale e offrono anche un servizio di riparazione che è qualcosa che è bello soprattutto se investi molto denaro in un prodotto. D'altra parte, i contro sono che sono entrambi più giacche di transizione; la giacca di cotone cerato più di quella di pelle. Potrebbero esserci solo sei settimane all'anno in cui potresti indossare la giacca di cotone con la versione in pelle che è un po' più pesante, forse puoi indossarla un po' più spesso più a lungo, ma alla fine dipende da dove ti trovi.

Trialmaster indossato con maglione

Trialmaster indossato con maglione

Nel Regno Unito, potresti farla franca anche come giacca invernale quando la abbini a un maglione pesante. Dove vivo, nel Midwest degli Stati Uniti, non potresti assolutamente usarlo come a inverno giacca. La giacca di cotone non richiede sicuramente poca manutenzione anche se alcune persone non ci fanno nulla per due o tre anni o anche più anni, alla fine dovrai cerarla nuovamente, il che richiede tempo e abilità. La giacca di pelle richiede un po' meno manutenzione, soprattutto perché ha quella qualità idrorepellente. Nel complesso, se necessario, Belstaff consiglia di utilizzare una spazzola, una spugna, dell'acqua fredda e del sapone per pulirlo. Probabilmente aggiungerei anche solo un po' di prodotto in pelle per ottenere una bella lucentezza. Ovviamente, dipende da quanto sei duro con le tue giacche, ma suppongo che potresti probabilmente andare per cinque, sei anni senza dover mai toccare la giacca di pelle.

Come ho già detto, è un capo più robusto, più sportivo con cui non funziona blazer, abiti e cappotti sportivi , davvero, ma non è quello per cui è pensato. Probabilmente direi che è una giacca difficile per uomini più grandi o uomini più bassi perché ha un taglio piuttosto sottile e se sei basso e indossi una giacca lunga, fa sembrare le gambe ancora più corte, il che non è lusinghiero complessivamente. Inoltre, le quattro grandi tasche applicate, così come il fermo della gola sono visivamente troppo opprimenti, quindi se sei più basso, dico di stare lontano dalla giacca Trialmaster. Se sei un ragazzo più grande o se hai le braccia più corte, penso che il Belstaff non funzionerà per te. Invece, magari scegli qualcosa come Barbour che è semplicemente più spazioso con una manica più corta. Rispetto ad altre giacche, penso che la parte superiore delle maniche sia piuttosto sottile, quindi se hai le braccia sottili, funziona per te. Se hai bicipiti più grandi, starei lontano dalla versione in cera di cotone perché sarà solo scomodo da indossare.

Trialmaster non ne vale la pena

Trialmaster: Non ne vale la pena

Ora, ultimo ma non meno importante, $ 595 per una giacca di cotone cerato è decisamente costoso. Se vuoi dare un'occhiata alle alternative, c'è la giacca Barbour A7 là fuori, un'altra giacca che è stata indossata da Steve McQueen. Apparentemente, gli piaceva il Belstaff più del Barbour, ma solo a guardarli, sono molto simili e quella giacca viene venduta al dettaglio per $ 429, che è un po' meno del Belstaff Trialmaster. Ci sono anche molti altri marchi tra cui Vedoneire dall'Irlanda, un marchio che esiste dal 1951 che offre una giacca di cera di cotone dall'aspetto simile per circa $ 170. Detto questo, se hai intenzione di indossare la tua giacca in cotone cerato Trialmaster per gli anni a venire, il costo per abbigliamento non è così tanto e puoi andare con la cosa reale se sei adatto per questo indumento più lungo e dalla vestibilità slim. Detto questo, nella mia mente, la giacca in cotone cerato Trialmaster non vale la pena per l'intero prezzo al dettaglio, soprattutto considerando le alternative, la breve garanzia, la rigidità del tessuto e il fatto che non si adatta alla giacca, è leggermente diverso.

Trialmaster Panther ne vale la pena

Trialmaster Panther ne vale la pena

Tra il giubbotto in cotone e il giubbotto in pelle, preferisco decisamente di gran lunga il giubbotto in pelle anche se quello in cotone è il più iconico dei due. Penso che la pelle sia davvero bella e, per quanto ne so, non esiste un'altra copia individuale di questo tipo di giacca in pelle. La pelle è anche più difficile da duplicare o replicare, quindi anche se può essere una giacca di pelle, potrebbe sembrare e sembrare completamente diversa da questa. Forse un Perfetto Schott potrebbe essere un'alternativa con meno tasche e ha una cerniera ad angolo, sembra solo completamente diverso. L'unica cosa che ha in comune è che è in pelle e una giacca da motociclista.

Giacca da moto Schott Perfecto

Se il Belstaff Trialmaster non fa per te, lo Schott Perfecto potrebbe essere un'alternativa.

Considerando che la lunghezza è un po' più corta rispetto alla versione in cotone, può andare bene anche per uomini più bassi. Poiché la pelle è più spessa, posso indossarla anche per un tempo più lungo e, personalmente, non sono affatto un fan o un appassionato di pelle, ma devo dire che sono rimasto sorpreso dal fatto che mi sia piaciuta molto questa giacca e il modo in cui si adattava e sentivo quando mi muovevo e svolgevo la mia giornata. Penso che una giacca di pelle su misura ti farà sicuramente tornare indietro, allo stesso tempo, fuori dagli schemi nonostante sia più sportiva di quella che indosso di solito, sono tentato di dire che ne vale la pena al prezzo di vendita semplicemente perché la pelle è bello, è iconico, è ottimo per viaggiare, ha tasche spaziose e ti fa sembrare un ribelle cool.

Scatto all

Trialmaster Pantera all'aperto

Personalmente, non sono un motociclista, quindi non so quanto bene reggerebbe un viaggio su strada in bicicletta. Detto questo, per i miei scopi, probabilmente durerà per gli anni a venire, anche se sono ancora deluso dal fatto che una giacca a questo prezzo abbia solo una garanzia di 24 mesi, è solo uno scherzo! Probabilmente alla fine ho restituito questa giacca semplicemente perché non ne avrei consumato abbastanza per giustificare l'investimento. Allo stesso tempo, quando abbiamo acquistato la giacca, per qualche motivo, costava $ 718. Ora, per quel prezzo, penso che terrò la giacca anche se non è perfetta per il mio guardaroba, ma mi piace che sia diversa da quella che ho di solito e crea solo un guardaroba più completo e se mai dovessi fare un viaggio in moto, questa è una giacca che indosserò.

Certo, forse possiamo fare una revisione di follow-up tra cinque o dieci anni per vedere quanto ha retto bene, in questo modo ottieni una recensione del mondo reale per un lungo periodo di tempo per vedere se la giacca ne vale davvero la pena o no.

8 idee per outfit per giacche da uomo in cotone cerato

Leggi l'articolo

Riepilogo degli abiti

Oggi ovviamente indosso la giacca Trialmaster di Belstaff quella in pelle è la versione Panther color cognac e l'altra in cotone è l'originale Trialmaster in tela di cotone rosso.

Raphael indossa il Panther Belstaf Trialmaster in pelle color cognac

Raphael indossa il Panther Belstaff Trialmaster in pelle color cognac

L

L'originale Trialmaster in cotone cerato in rosso

Lo abbino a un semplice paio di jeans in denim lavorato a maglia Polo e con un paio di stivali marroni che funzionano bene con una giacca ora puoi indossare praticamente qualsiasi tipo di stivali quelli di colore più chiaro quelli più scuri quelli opachi quelli lucidi penso che gli stivali siano sicuramente la strada da percorrere con il Belstaff Trialmaster ed è un semplice pulito look potresti magari indossare anche polo o un maglione a collo alto sono tutti buoni capi da indossare con questa giacca