Black Tie Book: L'ultima parola

Mockup di libro cravatta nera

Come ho riportato nell'ultimo aggiornamento su una potenziale versione del libro della Black Tie Guide, stavo dando un ultimo calcio alla lattina indagando sull'autopubblicazione. In particolare, stavo determinando quanto sarebbe costato per una società di autopubblicazione fornire tutti i servizi di un editore tradizionale con l'obiettivo di pagare quel costo attraverso il crowdfunding.

copertina_libro_BT_2_B_RIP

Bene, si scopre che non esiste una società di autopubblicazione a servizio completo, solo quelle che forniscono servizi di stampa e layout rudimentali. Tuttavia, ho continuato la mia ricerca se non altro per soddisfare la mia curiosità sul costo e sul processo di assunzione di un editore separato, designer di layout, team di fotografia, copyright e ricercatore oltre a una società di stampa.

Quando ho iniziato a calcolare i parametri primari del libro come il numero di pagine e lo stock di carta, mi sono presto reso conto che ogni dettaglio era incentrato sulla domanda più fondamentale di tutte: cosa distinguerebbe questo libro dal sito web? Se il contenuto scritto del libro fosse già disponibile gratuitamente sul sito, quale motivo avrebbero i consumatori per pagare il libro? La risposta divenne presto chiara: il suo contenuto visivo. Le fotografie nel libro avrebbero dovuto essere in gran parte originali e del tutto sbalorditive, il che significava lavorare con un fotografo di moda esperto e presentare i risultati finali su cartoncino di grandi dimensioni e pesante, in gran parte stampato a colori. Non sorprende che questo tipo di qualità non sia economico. La stima totale per la creazione del libro ammonta a circa $ 125.000 e il costo per la stampa di 500 copie sarebbe di ulteriori $ 28.000. E questo non tiene conto dello stipendio che perderei prendendo almeno due mesi di assenza dal lavoro per scrivere il manoscritto e gestire la pubblicazione.

In definitiva, il costo è in gran parte irrilevante perché non ho intenzione di togliere il tempo necessario per agire come editore di me stesso. L'orgoglio nel vedere il libro diventare una realtà non vale l'enorme quantità di lavoro richiesta e i notevoli disagi che causerebbe al mio datore di lavoro. Quindi, salvo un'offerta imprevista di un editore tradizionale, chiudo l'anno mettendo a tacere questo progetto. Userò invece il 2014 per concentrarmi sul miglioramento della Guida per la sua prossima edizione nel 2015 e sull'ampliamento del ruolo del blog. Forse questi miglioramenti includeranno uno spin-off di ambizioni molto più modeste come un'app o un eBook. Vedremo . . .